SERVIZIO  ECOLOGIA

 

BANDO DI GARA N. 36/2008

(Determinazione n.  1164 del  03/10/2008 R. G.)

 

Oggetto:  PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SELEZIONE E CERNITA MULTIMATERIALE PROVENIENTE DALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. (CIG 02176499A0).

 

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE.

I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: Comune di Pontecagnano Faiano (SA) -  Via Alfani, 52 - 84098 Pontecagnano Faiano (SA) - ITALIA. Codice Fiscale e Partita I.V.A.: 00223940651. Punti di contatto: Comune di Pontecagnano Faiano – Servizio Ecologia – piazza Garibaldi – Faiano. All’ attenzione dell’ing. Carmine Avagliano. Telefono: 089/386311 - 089/386353-365 - Fax: 089/849935.  e-mail: ecologia@comune.pontecagnanofaiano.sa.it; Indirizzo internet: www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it. Ulteriori informazioni sono disponibili presso: i punti di contatto sopra indicati. Il capitolato speciale d’ Oneri e la documentazione complementare sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati.

Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate a: Comune di Pontecagnano Faiano (SA). Indirizzo postale: Via M. Alfani, n. 52; Città: Pontecagnano Faiano (SA). Codice postale: 84098; Paese: ITALIA. – Ufficio Protocollo; Telefono: 089/386311; Posta elettronica: picentin@tin.it; Fax: 089/849935. Indirizzo internet: Amministrazione aggiudicatrice: http://www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it .

I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITÀ: Autorità locale. Servizi generali delle amministrazioni pubbliche. L’Amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: No.

 

SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO.

II. 1 DESCRIZIONE.

II.1.1) Denominazione conferita all’appalto dall’Amministrazione aggiudicatrice: servizio di selezione e cernita multimateriale proveniente dalla raccolta differenziata. II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi: c) Servizi; Categoria di servizi: N.16. Luogo principale di esecuzione: c/o impianto ditta appaltatrice. Codice NUTS: ITF35.

II.1.3)  L’ avviso  riguarda:   Un  appalto  pubblico.  

II.1.5) Breve descrizione dell’appalto o degli acquisti: Procedura aperta ai sensi dell’art. 55, comma 5 del D.lgs. n. 163 del 12.04.2006 e art. 36, comma 5 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i., per l’affidamento del servizio di selezione e cernita multimateriale proveniente dalla raccolta differenziata, secondo quanto previsto nel Capitolato Speciale d’Oneri.

II.1.6) CPV (Vocabolario comune per gli appalti): Oggetto principale: 90500000-2.

II.1.7) L’appalto rientra nel campo di applicazione dell’accordo sugli appalti pubblici (AAP): Si.

II.1.8) Divisione in lotti: No.

II.1.9) Ammissibilità di varianti : No.

II.2 QUANTITATIVO O ENTITÀ DELL’APPALTO.

II.2.1) Quantitativo o entità totale: Servizio di selezione e cernita multimateriale proveniente dalla raccolta differenziata, per la durata fino all’esaurimento dell’importo contrattuale pari a € 185.000,00 oltre I.V.A. al 10%.

Il prezzo unitario posto a base di gara soggetto a ribasso: €/kg 0,170 oltre I.V.A. al 10%, corrispondente al prezzo per ogni kg. di rifiuto conferito per lo svolgimento del servizio, comprensivo di tutti gli oneri per cernita, selezione, pressatura e adeguamento volumetrico, stoccaggio, smaltimento del rimanente prodotto non riciclabile costituito dai sovvalli di lavorazione, per impurità fino al 30% del peso complessivo di carico conferito, compreso maggiorazioni per riconoscimento dei costi di stoccaggio, carico, trasporto ed ecotassa.  

II.2.2) Opzioni: No.

II.3 Durata dell’appalto o termine di esecuzione: Fino all’esaurimento dell’importo contrattuale pari a € 185.000,00 oltre I.V.A. al 10%.

 

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO.

III.1) CONDIZIONI E GARANZIE RICHIESTE.

III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: Cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo di contratto e impegno del fideiussore a rilasciare la cauzione definitiva; per l’aggiudicatario: - cauzione definitiva dell’importo minimo del 10% dell’importo di contratto. Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia: Appalto finanziato con fondi comunali. – Pagamento come da capitolato speciale d’ Oneri (art. 14), al quale si fa espresso rinvio.

III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori  economici aggiudicatario dell'appalto: Sono ammesse a presentare offerta anche im-prese appositamente e temporaneamente raggruppate secondo le modalità di cui all’art. 37 del D.lgs 163/2006 e s.m.i. e dell’articolo 25 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i., gruppi europei di interesse economico e consorzi di imprese e/o cooperative secondo le modalità previste all’art. 34 del D.lgs 163/2006 e s.m.i. e dell’articolo 24 della L.R. n. 03/2007 e s.m.i.. Le imprese sono tenute al rispetto delle prescrizioni e dei divieti di cui all’art. 37 del D.lgs 163/2006 e s.m.i. e all’art. 25 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i., pena  l’esclusione dalla gara.

Ai sensi dell’art. 20 comma 2 della legge regionale n. 3/2007 non è consentito il ricorso all’avvalimento di cui all’art. 49 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i..

III.1.4) Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell’appalto: No.

III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE.

III.2.1.) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale: L’appalto può essere affidato ai soggetti di cui all’art. 34 comma 1 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. e art. 24, comma 2 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i. ed in possesso dei seguenti requisiti, oltre a quelli di cui al punto 14) del disciplinare di gara:

a) iscritti nel Registro delle Imprese presso la competente CC.I.AA. (ovvero in caso di impresa avente sede all’estero, l’iscrizione in uno dei registri professionali o commerciali dello stato di residenza di cui all’art. 39 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i) per l’attività oggetto del presente appalto;

b) in possesso dell’ autorizzazione regionale per l’esercizio di stoccaggio provvisorio per trattamento e cernita di rifiuti assimilabili agli urbani derivanti dalla raccolta differenziata, nonché di stoccaggio di rifiuti urbani pericolosi ai sensi degli artt. 27 e 28 del D.Lgs n. 22/97 e s.m.i., ora artt. 208 e 210 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.;

c) ) che non si trovano in alcuna delle situazioni costituenti causa di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i. e all’art. 26 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i., espressamente riferite all’impresa e a tutti i legali rappresentanti.

Per  maggiori  dettagli  si  rinvia  espressamente  al  disciplinare di gara, che  contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

Il concorrente dovrà produrre dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del DPR 445/2000, su allegato “B” di gara, accluso al presente bando.

III.2.2) Capacità economica e finanziaria: Il concorrente dovrà produrre dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del DPR 445/2000, su allegato “B” di gara, attestante:

- d.1) che l’importo globale del fatturato dell’impresa negli ultimi tre esercizi documentabili è stato almeno pari ad Euro 370.000,00 IVA esclusa;

- d.2) che l’importo del fatturato per servizi di selezione e cernita multimateriale proveniente dalla raccolta differenziata, eseguiti negli ultimi tre esercizi anni 2005/2006/2007  è stato almeno pari ad Euro 277.500,00  IVA esclusa;

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.2.3) Capacità tecnica: Il concorrente dovrà produrre dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del DPR 445/2000, su allegato “B” di gara, attestante:

- e.1) l’elenco dei principali servizi di selezione e cernita multimateriale proveniente dalla raccolta differenziata eseguiti nel triennio 2005-2006-2007 e di cui alla precedente lettera d.2) con la descrizione esatta dell’oggetto, del rispettivo importo, date di inizio e ultimazione, destinatario e l’espressa dichiarazione che sono stati regolarmente eseguiti.

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.2.4) Appalti riservati: No.

III.3) CONDIZIONI RELATIVE ALL’APPALTO DI SERVIZI.

III.3.1) La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione? Si.

La partecipazione è riservata alle imprese in possesso dell’autorizzazione regionale per l’esercizio di stoccaggio provvisorio per trattamento e cernita di rifiuti assimilabili agli urbani derivanti dalla raccolta differenziata, nonché di stoccaggio di rifiuti urbani pericolosi ai sensi degli artt. 27 e 28 del D.Lgs. n. 22/97 e s.m.i., ora artt. 208 e 210 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i..

 III.3.2) Le persone giuridiche devono  indicare  il  nome  e  le  qualifiche   professionali   delle persone   incaricate   della   prestazione   del  servizio?  No.  

 

SEZIONE IV : PROCEDURA.

IV.1) TIPO DI PROCEDURA.

IV.1.1) Tipo di procedura: Aperta, ai sensi dell’art. 55 comma 5 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. e dell’art. 36 comma 5 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i..

IV.2) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE.

IV.2.1) Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso, determinato ai sensi dell’art. 82, comma 2, lett. a) del  D.Lgs 163/2006 e s.m.i. e dell’art. 43, comma 2, lett. a) della L.R. 3/2007 e s.m.i., determinato mediante ribasso sul prezzo posto a base di gara, di €/kg 0,170 oltre I.V.A. al 10%, corrispondente al prezzo per ogni kg di rifiuto conferito per lo svolgimento del servizio, comprensivo di tutti gli oneri per cernita, selezione, pressatura e adeguamento volumetrico, stoccaggio, smaltimento del rimanente prodotto non riciclabile costituito dai sovvalli di lavorazione, per impurità fino al 30% del peso complessivo di carico conferito, compreso maggiorazioni per riconoscimento dei costi di stoccaggio, carico, trasporto ed ecotassa.

Applicazione dell’art. 86 comma 1, art. 124 comma 8 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. e art. 46 commi 1, 2, 4 e 5 della L.R. n. 3/2007 e s.m.i..

IV.2.2) Ricorso ad un’asta elettronica: No.

IV.3) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO.

IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice: Bando N. 36/2008.

IV.3.3) Condizioni per ottenere il capitolato d’Oneri e la documentazione complementare. Vedasi disciplinare di gara .Termine per il ricevimento delle richieste di documenti: Data: 29/10/2008 Ora: 12,00. Documenti a pagamento: No.

IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: Data: 04/11/2008 Ora: 12,00.

IV.3.6) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione: IT.

IV.3.7) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta: giorni 180 dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte.

IV.3.8) Modalità di apertura delle offerte: Vedasi disciplinare di gara. Data:  05/11/2008 (1^ seduta); 18/11/2008 (2^ seduta). Ora: 9,00. Luogo: Sede comunale (via Alfani). Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte: Si.

 

SEZIONE  VI:   ALTRE    INFORMAZIONI. 

VI.1). Trattasi  di   un appalto periodico? No.

VI.2) Appalto connesso ad un progetto e/o programma finanziato dai fondi comunitari? No.

VI.3) Informazioni complementari:

a)      Responsabile del procedimento: ing. Carmine AVAGLIANO – Servizio Ecologia piazza Garibaldi - tel. 089/386 353;

b)      Per tutto quanto non indicato nel presente bando si fa riferimento al Capitolato Speciale d’Oneri e al Disciplinare di gara, che contiene le norme integrative al presente bando e ne fa parte integrante;

c)      Il bando di gara, il disciplinare di gara, gli allegati al bando “A” e “B” e il Capitolato Speciale d’Oneri, sono ritirabili presso il Servizio Ecologia e disponibili al sito internet dell’Ente www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it;

d)      Il bando è altresì pubblicato al sito web della Regione Campania: www.sitar-campania.it ;

e)      Il contributo a favore dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici è di € 20,00.

VI.4) PROCEDURE DI RICORSO.

VI.4.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso: TAR  Salerno.

Pontecagnano Faiano, lì 10/10/2008

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO ECOLOGIA

                                               (Ing. Carmine AVAGLIANO)

 

 

Il presente bando, per estratto, è altresì pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – V Serie Speciale “Contratti Pubblici” n° 118 del 10/10/2008.

 

 

 

Allegati :

-         Disciplinare di gara;

-         Capitolato Speciale d’Oneri;

-         Allegato “A” al bando;

-         Allegato “B” al bando;

-         Informazioni complementari.

1