BANDO DI GARA D’APPALTO

Lavori                 ٱ

Forniture            ٱ

Servizi                 X

Riservato all’Ufficio delle pubblicazioni

Data di ricevimento dell’avviso ___________________

N. di identificazione ____________________________

 

L’appalto rientra nel campo di applicazione dell’accordo sugli appalti pubblici (AAP)?     NO   ٱ         X

 

SEZIONE I:  AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

I.1) Denominazione e indirizzo ufficiale dell’amministrazione aggiudicatrice

            

Denominazione

 

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO

Servizio responsabile

 

PUBBLICA ISTRUZIONE

Indirizzo

 

VIA ALFANI

C.A.P.

 

84098

Località/Città

 

PONTECAGNANO FAIANO

Stato

 

ITALIA

Telefono

 

089/386 311

Telefax

 

089/849 935

Posta elettronica (e-mail)

 

picentin@tin.it

Indirizzo Internet (URL)

 

www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it

 

I.2) Indirizzo presso il quale  è possibile ottenere ulteriori informazioni

          Come al punto I.1   X                                       Se diverso, cfr. allegato A

 

I.3) Indirizzo presso il quale è possibile ottenere la documentazione

          Come al punto I.1   X                                       Se diverso, cfr. allegato A

        

I.4) Indirizzo al quale inviare le offerte/le domande di partecipazione

          Come al punto I.1   X                                        Se diverso, cfr. allegato A

        

I.5) Tipo di amministrazione aggiudicatrice *

          Livello centrale                       ٱ                      Istituzioni europee                      ٱ

 Livello regionale/locale                      X                      Organismo di diritto pubblico                      ٱ                      Altro                      ٱ


SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO

II.1) Descrizione

II.1.1) Tipo di appalto di lavori (nel caso di appalto di lavori) 

Esecuzione    ٱ    Progettazione ed esecuzione    ٱ    Esecuzione, con qualsiasi mezzo, di    ٱ

                    un’opera conforme ai requisiti specificati  dall’amministrazione aggiudicatrice

II.1.2) Tipo di appalto di forniture (nel  caso di appalto di forniture) 

Acquisto    ٱ                      Locazione    ٱ                      Leasing    ٱ                      Acquisto a riscatto    ٱ                      Misto    ٱ

II.1.3) Tipo di appalto di servizi (nel caso di appalto di servizi) 

               

                Categoria del servizio                   1 7

II.1.4) Si tratta di un accordo quadro? *       NO   ٱ             ٱ

II.1.5) Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice *

    BANDO N° 25/2003

II.1.6) Descrizione/oggetto dell’appalto

Pubblico incanto ex art. 6 lett. a) D.lgs. n° 157/95 e s.m.i. per l’affidamento del servizio di mensa nelle scuole materne ed elementari per l’anno scolastico 2003/2004.

II.1.7) Luogo di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi

Comune di Pontecagnano Faiano nei locali dei plessi scolastici di cui all’allegato A del Capitolato Speciale di Appalto.

Codice  NUTS * ___

II.1.8) Nomenclatura

II.1.8.1) CPV (vocabolario comune per gli appalti) *

 

Vocabolario principale

Vocabolario supplementare (se pertinente)

Oggetto principale

...-

-  -  -

Oggetti comple-
mentari

...-

...-

...-

...-

-  -  -

-  -  -

-  -  -

-  -  -

II.1.8.2) Altre nomenclature rilevanti (CPA/NACE/CPC)  CPC 64

II.1.9) Divisione in lotti (per ulteriori precisazioni sui lotti utilizzare l’allegato B nel numero di copie necessario)

NO    X               ٱ

Le offerte possono essere presentate per                      un lotto    ٱ                      più lotti    ٱ             tutti i lotti    ٱ

II.1.10) Ammissibilità di varianti (se pertinente)

NO    X               ٱ

II.2)  Quantitativo  o  entità dell’appalto

II.2.1) Quantitativo o entità totale (compresi tutti gli eventuali lotti e opzioni)

Importo presunto del contratto :  €. 476.000,00 oltre I.V.A..

N. pasti presunto 140.000

Prezzo unitario assunto a base d’asta (prezzo di ogni singolo pasto) €. 3,40 oltre I.V.A..

II.2.2) Opzioni (eventuali) Descrizione ed indicazione del momento in cui possono venire esercitate (se possibile) 

__________

II.3) Durata  dell’appalto o termine di esecuzione

O: Periodo in mese/i      0 9    e/o giorni   dalla data di aggiudicazione dell’appalto

 

O: Inizio 01 / 10 / 2003 e/o fine 30 / 06 / 2004 (gg/mm/aaaa)

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

III.1) Condizioni  relative all’appalto

III.1.1) Cauzioni e garanzie  richieste (se del caso)

Cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo presunto di contratto;

Per l’aggiudicatario : - cauzione definitiva dell’importo minimo del 10% dell’importo presunto di contratto, - polizze RCT e contro scoppi e incendi.

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia (se del caso)

Appalto finanziato con  fondi comunali. Pagamento come da capitolato speciale di appalto   (art. 34), al quale si fa espresso rinvio.

 

III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di imprenditori, di fornitori o di prestatori di servizi  aggiudicatario dell’appalto (se pertinente)

Sono ammesse a presentare offerta anche imprese appositamente e temporaneamente raggruppate secondo le modalità di cui all’art. 11 del D.Lgs. 157/95 e s.m.i., Gruppi europei di interesse economico e Consorzi di imprese e/o Cooperative secondo le modalità previste all’art. 10 della L. 109/94 e s.m.i..

Le imprese sono tenute al rispetto delle prescrizioni e dei divieti di cui all’art. 13, commi 4,5, 5 bis, della L. 109/94 e s.m.i., pena la esclusione dalla gara.

III.2) Condizioni di partecipazione  

III.2.1) Indicazioni riguardanti la situazione propria dell’imprenditore / del fornitore / del prestatore di servizi, nonché informazioni e formalità necessarie per la valutazione dei requisiti minimi di carattere economico e tecnico che questi deve possedere

-         Iscrizione nel Registro delle Imprese presso la competente  CC.I.AA.  per l’attività oggetto  

             del  presente appalto;

-         l’inesistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 12 del D. Lgs. 157/95 e s.m.i., come ivi espressamente individuate, riferita all’Impresa e a tutti i legali rappresentanti;

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

 

III.2.1.1) Situazione giuridica – prove richieste

-         Il concorrente dovrà produrre dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000, prodotta su allegato “b” di gara, in originale accluso al presente bando.

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme   integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.2.1.2) Capacità economica e finanziaria – prove richieste

Il concorrente dovrà produrre dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del DPR 445/2000, prodotta su allegato “b” di gara, in originale, attestante :                            

c.1) che l’importo globale del fatturato dell’impresa negli ultimi tre esercizi (anni 2000-2001-2002) è stato almeno pari a Euro 952.000,00 IVA esclusa;

c.2) che l’importo del fatturato per servizi di mensa, eseguiti nel triennio 2000-2001-2002, è stato almeno pari a Euro 714.000,00 IVA esclusa;

inoltre presentare:

c.3) almeno 2 idonee referenze bancarie, riportanti l’oggetto e l’importo dell’appalto, nonché attestanti “la capacità economica e finanziaria dell’impresa concorrente, ai fini dell’assunzione dell’appalto in questione”.

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.2.1.3) Capacità tecnica – tipo di prove richieste

                   Il concorrente dovrà presentare:

d.1) l’elenco dei principali servizi di mensa, eseguiti nel triennio 2000-2001-2002 e di cui al precedente punto c.2) con la descrizione esatta dell’oggetto, del rispettivo importo, data, destinatario e l’espressa dichiarazione che sono stati regolarmente eseguiti. Si precisa che ai fini dell’ammissione alla gara, l’importo, su base annua (12 mesi), di uno dei predetti servizi non potrà essere inferiore a Euro 476.000,00 oltre I.V.A. (importo presunto di contratto). E’ consentita la sommatoria di più contratti, anche con soggetti diversi, sino alla concorrenza dell’importo indicato. Il valore di contratti pluriennali sarà rapportato ad anno (12 mesi), per gli anni inclusi nel triennio 2000-2001-2002, considerando l’importo corrispondente all’effettivo periodo ricadente nell’anno.

d.2) il piano di autocontrollo, ai sensi del D.Lgs 155/97 in materia di igiene dei prodotti alimentari;

ed inoltre dichiarare :

d.3) di essere in possesso della certificazione UNI EN ISO 9001 e/o 9002;

d.4) che il numero medio dei dipendenti o soci prestatori d’opera occupati per servizi di mensa negli ultimi tre esercizi (2000-2001-2002) è stato non inferiore a 40 unità.

Per maggiori dettagli si rinvia espressamente al disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante.

III.3) Condizioni relative all’appalto di servizi

III.3.1) La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione? NO    X             ٱ

         In caso di risposta affermativa, citare la corrispondente disposizione legislativa, regolamentare o amministrativa applicabile

________

III.3.2) Le persone giuridiche saranno tenute a comunicare i nominativi e le qualifiche professionali del personale incaricato della prestazione del servizio?

NO    ٱ           X 

SEZIONE IV: PROCEDURE

IV.1) Tipo di procedura 

Aperta                        X                  Ristretta accelerata                           ٱ

Ristretta                        ٱ                 Negoziata accelerata                           ٱ

Negoziata                        ٱ                                                         

IV.1.1) Sono già stati scelti candidati? (se pertinente e solo nel caso di procedure negoziate)

NO    ٱ            ٱ

In caso di risposta affermativa, utilizzare la sezione VI (altre informazioni) per apportare ulteriori precisazioni

IV.1.2) Giustificazione della scelta della procedura accelerata (se pertinente)

________

IV.1.3)  Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto (se pertinente)

IV.1.3.1) Avviso indicativo concernente lo stesso appalto (se pertinente)

Numero dell’avviso nell’indice della GUCE

/S - del // (gg/mm/aaaa)

IV.1.3.2) Eventuali pubblicazioni precedenti

Numero dell’avviso nell’indice della GUCE

/S - del // (gg/mm/aaaa)

IV.1.4) Numero di imprese che si prevede di invitare a presentare un’offerta (se pertinente)

Numero          oppure      Minimo     / Massimo    

IV.2) criteri di aggiudicazione

A)  Prezzo più basso       X

oppure

B)  Offerta economicamente più vantaggiosa in termini di       ٱ

B1) criteri sotto enunciati (se possibile in ordine decrescente di priorità)           ٱ

1 _____  4 _____  7 _____

2 _____  5 _____  8 _____

3 _____  6 _____  9 _____

In ordine decrescente di priorità                 NO    ٱ            ٱ

oppure

B2) criteri enunciati nel capitolato d’oneri                ٱ

IV.3) Informazioni di carattere amministrativo

IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice *

___________

IV.3.2) Documenti contrattuali e documenti complementari – condizioni per ottenerli

Disponibili fino al    28/08/2003 (gg/mm/aaaa)

Costo :  nessuno__ Valuta ____

Condizioni e modalità di pagamento

________

IV.3.3) Scadenza fissata per la ricezione delle offerte o delle domande di partecipazione (a seconda del tipo di procedura, aperta oppure ristretta o negoziata)

03/09/2003 (gg/mm/aaaa)   o                        giorni (dalla data di spedizione dell’avviso)

         Ora (se pertinente) 12,00

IV.3.4) Spedizione degli inviti a presentare offerte ai candidati prescelti (nel caso delle procedure ristrette o negoziate)

         Data prevista // (gg/mm/aaaa)

IV.3.5) Lingua/e utilizzabile/i nelle offerte o nelle domande di partecipazione

ES        DA             DE             EL     EN       FR             IT             NL             PT             FI             SV             altre – paese terzo

                                                        X                                                _______________

IV.3.6) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato dalla propria offerta (nel caso delle procedure aperte)

Fino al   // (gg/mm/aaaa) o  mesi e/o 180 giorni (dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte)

IV.3.7) Modalità di apertura delle offerte

IV 3.7.1) Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte (se pertinente)

La gara è in seduta pubblica.

IV.3.7.2) Data, ora e luogo

data   04/09/2003 (gg/mm/aaaa)      ora  10,00
luogo : Sede comunale di via Alfani.

SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI

VI.1) Trattasi di bando non obbligatorio?

NO    X             ٱ

VI.2) Precisare, all’occorrenza, se il presente appalto ha carattere periodico e indicare il calendario previsto per la pubblicazione dei prossimi avvisi __

________

VI.3) L’appalto è connesso ad un progetto / programma finanziato dai fondi dell’ue?*

NO    X             ٱ

In caso di risposta affermativa, indicare il progetto / programma ed eventuali riferimenti utili

________

________

VI.4) Informazioni complementari (se del caso)

Obbligo di ritiro del Capitolato Speciale di Appalto, completo di allegati A-B-C.

Obbligo di utilizzare gli allegati al bando di gara “a” e “b”, in originale, per effettuare rispettivamente l’offerta economica e l’istanza di partecipazione con dichiarazione unica.

Per tutto quanto non indicato nel presente bando si fa riferimento al Capitolato Speciale di Appalto e Disciplinare di gara, che contiene le norme integrative del presente bando e ne fa parte integrante, ritirabili presso il Servizio Pubblica Istruzione .

Il Bando e disciplinare di gara sono altresì disponibili al sito internet dell’Ente.

VI.5) Data di spedizione del presente bando      30/06/2003 (gg/mm/aaaa)


 SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE

DISCIPLINARE DI GARA (allegato al BANDO N.25/2003)

(Determinazione n. 627 del  26/06/2003 R. G.)

Oggetto: PUBBLICO INCANTO PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA                        NELLE SCUOLE MATERNE ED ELEMENTARI ANNO SCOLASTICO 2003/04.

1)       ENTE APPALTANTE: COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO – via Alfani - tel.089/386311 fax 089 849935 e-mail Picentin@tin.it -http:// www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it

2) CATEGORIA DI SERVIZIO E DESCRIZIONE: Cat. 17 – CPC 64 – Il Servizio prevede:

la preparazione, porzionatura e distribuzione, con l’uso di vasellame piatti e posate tradizionali e tovaglie usa e getta di colore bianco, dei pasti agli alunni, agli insegnanti ed al personale ausiliario nei centri di cottura delle scuole di cui all’allegato “A” del Capitolato Speciale di Appalto, oltre la pulizia dei locali adibiti a cucine ed alla fornitura di gas liquido laddove occorrente, la predisposizione del refettorio, la preparazione dei tavoli per i pasti, lo scodellamento e distribuzione dei pasti, lavaggio e riordino del pentolame, vasellame, piatti e posate, gestione dei rifiuti e tutto quanto come meglio descritto nel Capitolato Speciale di Appalto e relativi allegati (A, B e C).

Importo presunto del contratto €. 476.000,00  oltre I.V.A.  dato dal prodotto del numero presuntivo di pasti nel periodo considerato pari a 140.000, moltiplicato per il prezzo unitario, prezzo di ogni singolo pasto, assunto a base d’asta di  €. 3,40 oltre I.V.A. e rispetto al quale la ditta dovrà effettuare il ribasso in termini percentuali.

L’Amministrazione Comunale non si impegna ad usufruire di tutto il numero dei pasti sopra indicati, senza che la ditta possa avere nulla a pretendere o richiedere ulteriori compensi non previsti dal Capitolato Speciale di Appalto.

3) LUOGO DI ESECUZIONE: Comune di Pontecagnano Faiano (SA), nei locali dei plessi scolastici di cui all’allegato A del Capitolato speciale di Appalto.

4)  b) DISCIPLINA LEGISLATIVA: al presente appalto si applicano il D.Lgs. 157/95 e s.m.i. e

         la L. 109/94 e s.m.i. per le parti espressamente richiamate, il Regolamento comunale dei

         contratti, nonché i R.D. 2440/23 e 827/24 in quanto applicabili.

 

5) OFFERTE PARZIALI: Non sono ammesse offerte parziali, indeterminate, condizionate o in

aumento rispetto al prezzo a base d’appalto.Non è ammesso il subappalto del servizio.

6) VARIANTI : non sono ammesse varianti in sede di offerta.

7) DURATA DEL CONTRATTO:

Il contratto d’appalto avrà la durata di un anno scolastico, dall’inizio alla fine dell’anno scolastico 2003/2004.

Le relative date di inizio e fine del servizio saranno comunicate all’Impresa Appaltatrice a cura del Servizio competente.

L’appalto potrà essere rinnovato, ai sensi dell’art. 44 della Legge n. 724/1994 per un altro anno scolastico, agli stessi patti e condizioni, previo accertamento della sussistenza delle ragioni di convenienza e di pubblico interesse.               

8. a) DENOMINAZIONE ED INDIRIZZO DEL SERVIZIO AL QUALE POSSONO VENIRE RICHIESTI I CAPITOLATI D’ONERI E I DOCUMENTI COMPLEMENTARI:

§        Il Capitolato speciale di appalto completo di allegati A, B e C, potrà essere visionato e ritirato presso il Servizio PUBBLICA ISTRUZIONE – tel.  089 386 380-381-384;

§        Per informazioni di carattere amministrativo: vedi punto 1), Ufficio gare e contratti – tel. 089/386 314;

§        Per informazioni tecniche e ritiro elaborati di gara ( bando e disciplinare di gara, allegati “a” e “b” al bando in originale, unitamente al Capitolato speciale di appalto completo di allegati A, B e C): Servizio Pubblica Istruzione – tel.  089 386 380-381-384;

§         Il bando e disciplinare di gara sono disponibili al sito internet del Comune: www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it.

b) TERMINE ULTIMO PER LA RICHIESTA DI TALI DOCUMENTI: entro 6 giorni precedenti il termine di cui al punto 9.a).

9.       a) TERMINE ULTIMO PER IL RICEVIMENTO DELLE OFFERTE: Le offerte dovranno pervenire a pena esclusione entro le ore 12 del giorno feriale precedente a quello fissato per la gara;

          b)   INDIRIZZO AL QUALE DEVONO ESSERE INVIATE: vedi punto 1).

-         Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte:

-         Il plico contenente le due buste con l’offerta economica e la documentazione, pena l’esclusione dalla gara, deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale ovvero tramite agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio di cui al punto 9.a) ed all’indirizzo di cui al punto 1)  del presente disciplinare di gara;

-          Il plico deve essere idoneamente sigillato con ceralacca e controfirmato sui lembi di chiusura, in modo sufficiente ad assicurare la segretezza dell’offerta e deve recare all’esterno – oltre all’intestazione del mittente ed all’indirizzo dello stesso - la seguente dicitura:

GARA DI APPALTO PER IL GIORNO 04/09/2003 ALLE ORE 10,00 RELATIVA AL SERVIZIO DI MENSA NELLE SCUOLE MATERNE ED ELEMENTARI ANNO SCOLASTICO  2003/04 .

Offerta economica  e  Documentazione.

 

Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio dei mittenti, ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a destinazione entro il termine di cui al punto 9.a).

Il plico deve contenere al suo interno due buste, a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente, l’oggetto della gara e la dicitura, rispettivamente “A – Offerta economica” e  B - Documentazione ” .

          c) LINGUA NELLA QUALE DEVONO ESSERE REDATTE: italiana.

10.       a) PERSONE AUTORIZZATE A PRESENZIARE ALL'APERTURA DELLE OFFERTE: La gara si svolgerà in seduta pubblica. Sono ammessi tutti i legali rappresentanti delle imprese partecipanti, oppure loro incaricati purché muniti di regolare documento di riconoscimento.

b) DATA, ORA E LUOGO DELL’APERTURA: la gara avrà luogo il giorno 04/09/2003                                                                  alle ore   10,00, presso la sede di  Via Alfani – 84098 Pontecagnano Faiano.

11) CAUZIONI: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria,   

pari  al 2% (due per cento) dell’importo presunto del contratto :

           €. 9.520,00  da presentare alternativamente mediante:

- versamento presso la Tesoreria comunale, previo ritiro di apposita reversale presso l’Ufficio Ragioneria del Comune (tel. 089/386376) oppure tramite c/c postale n.18988840 intestato a COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO – SERVIZIO DI TESORERIA, indicando la causale (cauzione provvisoria -  Bando  N. 25/2003);

- fideiussione bancaria od assicurativa, avente scadenza minima 04/03/2004, che preveda la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale nonché la sua operatività entro 15 (quindici) giorni dietro semplice richiesta scritta della stazione appaltante;

La fideiussione dovrà contenere, a pena di esclusione, autentica notarile attestante che colui che sottoscrive è debitamente autorizzato al rilascio di tale tipo di fideiussione.

Non sono ammesse, a pena di esclusione, altre forme di fideiussione e/o altre modalità di costituzione della cauzione provvisoria non previste dal presente bando;

Non sono ammesse, a pena di esclusione, fideiussioni rilasciate da soggetti diversi da quelli sopra indicati.

In mancanza di quanto sopra richiesto la fideiussione presentata sarà considerata nulla e l’impresa sarà esclusa dalla gara. 

 La cauzione definitiva deve essere costituita prima della stipula del contratto. Essa è stabilita nella misura minima del 10% (dieci per  cento) dell’importo di aggiudicazione e secondo quanto previsto dai commi 2 e 2-bis dell’art. 30 della L. 109/94 e s.m.i., ossia in caso di aggiudicazione con ribasso d’asta superiore al 10 per cento, aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10 per cento; ove il ribasso sia superiore al 20 per cento, l’aumento è di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20 per cento.   Inoltre :

-         dovrà prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell’Ente;

-          dovrà avere scadenza coincidente con la durata del contratto di cui all’art. 3 del Capitolato Speciale d’Appalto;

-         dovrà prevedere una espressa disposizione in forza della quale la cauzione stessa sarà tacitamente rinnovata con l’obbligo per l’impresa di pagamenti dei premi o commissioni suppletive, anche oltre il termine di scadenza riportato nella cauzione, fino al momento in cui la stessa impresa obbligata consegni una dichiarazione liberatoria a svincolo della cauzione emessa dall’Ente garantito;

-          Deve essere tempestivamente reintegrata qualora in corso d’opera essa sia stata parzialmente o totalmente incamerata, dall’Ente.

 

La firma del sottoscrittore della fideiussione sopracitata deve contenere, a pena di esclusione, autentica notarile, attestante che colui che sottoscrive è debitamente autorizzato al rilascio di tale tipo di fideiussione.

 

Si precisa che lo svincolo della cauzione definitiva sarà effettuato dall’Ente solo dopo che saranno decorsi sei mesi dalla scadenza del contratto o dalle scadenze di eventuali proroghe.

 

12) MODALITA' ESSENZIALI DI FINANZIAMENTO: fondi comunali stanziati sul bilancio.

13) - RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE

Sono ammesse a presentare offerta anche imprese appositamente e temporaneamente raggruppate secondo le modalità di cui all’art. 11 del D.Lgs. 157/95 e s.m.i., Gruppi europei di interesse economico e Consorzi di imprese e/o Cooperative secondo le modalità previste all’art. 10 della L. 109/94 e s.m.i..

Le imprese sono tenute al rispetto delle prescrizioni e dei divieti di cui all’art. 13, commi 4,5, 5 bis, della L. 109/94 e s.m.i., pena la esclusione dalla gara.

14) MODALITA' DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI TECNICI, ECONOMICI E FINANZIARI MINIMI.

- per le imprese singole:

il plico di cui al precedente punto 9.b), deve contenere, a pena di esclusione, al suo interno, due buste, a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente, l’oggetto della gara e la dicitura, rispettivamente “A – Offerta economica” e  B – Documentazione ” .

Ø      La busta “B”, recante all’esterno la dicitura “Documentazione”, debitamente sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura dal legale rappresentante dell’impresa offerente o dal legale rappresentante dell’impresa mandataria, deve contenere:

B.1) l’istanza di partecipazione alla presente gara, redatta, a pena di esclusione, da tutte le imprese (anche da imprese mandanti in caso di riunione di imprese), resa in bollo, contenente la dichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000.

Tale istanza, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Impresa, redatta, a pena di esclusione,  sul modello “allegato b” in originale, accluso al Bando e disciplinare di gara, DEVE:

-avere allegata una fotocopia di documento di riconoscimento di ciascuno dei soggetti dichiaranti, in corso di validità, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445/2000;

-contenere le seguenti dichiarazioni:

a)      l’iscrizione nel Registro delle Imprese presso la competente CCIAA (ovvero, in caso di impresa avente sede all’estero, l’iscrizione in uno dei Registri professionali o commerciali dello Stato di residenza di cui all’art. 15 del D.Lgs. 157/95 e s.m.i.) per l’attività oggetto del presente appalto; il numero di codice attività e l’elenco dei legali rappresentanti con relativa qualifica (riportare cognome, nome, data di nascita, luogo di nascita e residenza);

b)      l’inesistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 12 del D. Lgs. 157/95 e s.m.i. come ivi espressamente individuate, riferita all’Impresa e a tutti i legali rappresentanti;

c)      capacità economico-finanziaria:

c.1) che l’importo globale del fatturato dell’impresa negli ultimi tre esercizi (anni 2000-2001-2002) è stato almeno pari a Euro 952.000,00 IVA esclusa;

c.2) che l’importo del fatturato per servizi di mensa, eseguiti nel triennio 2000-2001-2002, è stato almeno pari a Euro 714.000,00 IVA esclusa;

c.3) che allega almeno 2 idonee referenze bancarie, riportanti l’oggetto e l’importo dell’appalto, nonché attestanti “la capacità economica e finanziaria dell’impresa concorrente, ai fini dell’assunzione dell’appalto in questione”. (Si precisa che le referenze dovranno riportare, a pena di esclusione, la precedente dicitura o analoga dicitura).

d)      capacità tecnica:

d.1) l’elenco dei principali servizi di mensa, eseguiti nel triennio 2000-2001-2002 e di cui al precedente punto c.2) con la descrizione esatta dell’oggetto, del rispettivo importo, data, destinatario e l’espressa dichiarazione che sono stati regolarmente eseguiti. Si precisa che ai fini dell’ammissione alla gara, l’importo, su base annua (12 mesi), di uno dei predetti servizi non potrà essere inferiore a Euro 476.000,00 oltre I.V.A. (importo presunto di contratto). E’ consentita la sommatoria di più contratti, anche con soggetti diversi, sino alla concorrenza dell’importo indicato. Il valore di contratti pluriennali sarà rapportato ad anno (12 mesi), per gli anni inclusi nel triennio 2000-2001-2002, considerando l’importo corrispondente all’effettivo periodo ricadente nell’anno.

d.2) che allega il piano di autocontrollo, ai sensi del D.Lgs 155/97 in materia di igiene dei prodotti alimentari;

d.3) di essere in possesso della certificazione UNI EN ISO 9001 e/o 9002;

d.4) che il numero medio dei dipendenti o soci prestatori d’opera occupati per servizi di mensa negli ultimi tre esercizi (2000-2001-2002) è stato non inferiore a 40 unità;

e)      essere a perfetta conoscenza di tutte le prescrizioni, norme ufficiali e leggi vigenti che disciplinano l’appalto in oggetto;

f)       di avere preso integrale conoscenza delle clausole tutte contenute nel Bando e disciplinare di gara, nel Modulo per la presentazione dell’offerta economica - allegato “a” -, nell’istanza e dichiarazione unica - allegato “b”-  e nel Capitolato Speciale d’Appalto e relativi allegati A-B-C, che regolano l’appalto in oggetto, nonché di accettare le predette clausole in modo pieno ed incondizionato;

g)      di avere effettuato un sopralluogo nei locali dove verrà eseguito il servizio;

h)      di avere preso visione delle condizioni tutte di esecuzione del presente appalto; in particolare, che nel redigere l’offerta si è tenuto conto di tutti i costi derivanti dagli obblighi imposti dalla vigente normativa in materia di sicurezza e protezione dei lavoratori, nonché delle condizioni stesse di lavoro;

i)        di avere preso conoscenza di tutte le circostanze generali e particolari che possono avere influito sulla determinazione dei prezzi, nonché delle condizioni contrattuali che possono influire sull’esecuzione del servizio, e di avere giudicato i prezzi medesimi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire la presentazione dell’offerta;

j)        (per le imprese che occupano non più di 15 dipendenti e per le imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il 18.01.2000): la propria condizione di non assoggettabilità  agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla L. 68/99;

oppure

(per le imprese che occupano più di 35 dipendenti e per le imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato una nuova assunzione dopo il 18.01.2000): di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla L. 68/99;

k)     di essere disposto a dare inizio all’esecuzione del servizio in pendenza della stipulazione del contratto ;

l)        di impegnarsi a collaborare con il Responsabile dell’esecuzione del servizio al fine di agevolare l’esecuzione del servizio sulla base delle esigenze dell’ente;

m)    di non avere alcun rapporto di controllo di cui agli artt. 2359 ss. C.c. con altre imprese, ditte individuali, società di persone, società di capitali che abbiano presentato offerte nella medesima gara;

n)      che l’impresa si obbliga ad attuare a favore dei lavoratori dipendenti e, se cooperative, anche verso i soci, condizioni retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro e dagli accordi locali integrativi degli stessi, applicabili alla categoria e nella località in cui si svolge il servizio;

o)      di impegnarsi a stipulare, prima dell’esecuzione delle prestazioni oggetto del presente appalto, una polizza assicurativa per danni a terzi, con massimale di €. 2.000.000,00, senza alcuna franchigia per i terzi danneggiati, e/o di fornire all’Ente prova di possedere detta polizza;

p)      di impegnarsi a stipulare, prima dell’esecuzione delle prestazioni oggetto del presente appalto, una polizza assicurativa contro gli incendi e gli scoppi, relativamente ai plessi scolastici dove sono ubicati i centri di cottura, per un importo non inferiore a                       €. 2.000.000,00 ;

q)      per i soli consorzi: i consorzi di qualunque tipologia, oltre a dichiarare quanto indicato al punto m), dovranno dichiarare per quali consorziati essi concorrano;

r)       per le società cooperative: è richiesta l’iscrizione nel Registro Prefettizio;

s)      per i soli consorzi di cooperative: è necessaria l’iscrizione nello Schedario Generale della Cooperazione;

t)       di non essere assoggettato alla disciplina dell’emersione progressiva di cui all’art.1 bis comma 14 della legge 383/2001, sostituito dall’art. 1 della legge 266/2002 (l’impresa aggiudicataria dovrà produrre a pena di revoca  dell’affidamento la certificazione relativa alla regolarità contributiva, ai sensi dell’art.2 della legge 266/2002).

u)      l’inesistenza di sanzioni o misure cautelari di cui al D.Lgs. 231/01 comminate nei confronti dell’impresa e tali da impedire di contrattare con le pubbliche amministrazioni;

v)      l’inesistenza di condanne penali o di provvedimenti che riguardano l’attuazione di misure di prevenzione, espressamente riferite ai soggetti dell’impresa, di cui all’art. 2 c. 3 del D.P.R. 252/98;

w)     l’inesistenza delle condizioni di cui all’art. 10 della Legge 575/1965;

x)      di impegnarsi ad individuare i soggetti incaricati del trattamento dei dati personali dell’Ente ed a comunicarne i  nominativi all’Ente stesso prima della sottoscrizione del contratto;

y)      di accettare la condizione che l’Ente possa avvalersi della facoltà di non procedere all’aggiudicazione per sopravvenuti motivi.

z)       Di accettare la condizione che l’Ente possa avvalersi della facoltà di non procedere all’aggiudicazione e/o di risolvere il contratto eventualmente stipulato, in caso di sopravvenuta stipulazione di una convenzione ai sensi dell’art. 26 legge 488/99 salvo che, ad avvenuta aggiudicazione, l’impresa aggiudicataria non offra di adeguare l’offerta ai parametri di qualità e prezzo oggetto di convenzionamento.

B.2) Nel caso in cui l’offerta economica e/o l’offerta tecnica ed i documenti amministrativi siano sottoscritti da un procuratore dell’Impresa, deve essere presentata all’Ente in originale o copia autentica, a pena di esclusione, la procura speciale da cui lo stesso trae i poteri di firma;

B.3) CAUZIONE PROVVISORIA: la cauzione provvisoria è stabilita nella misura e con le forme di cui al precedente punto 11);

 

Si precisa che il concorrente deve allegare, a pena di esclusione, documento in originale attestante il versamento ovvero polizza fideiussoria assicurativa (in originale) ovvero fideiussione bancaria (in originale) nel rispetto a quanto previsto al precedente punto 11).

B.4) Idonea referenza bancaria rilasciata da almeno due Istituti di Credito, riportante l’oggetto e l’importo dell’appalto, nonché attestante “la capacità economica e finanziaria dell’impresa concorrente, ai fini dell’assunzione dell’appalto in questione”. (Si precisa che le referenze dovranno riportare, a pena di esclusione, la precedente dicitura o analoga dicitura).

B.5) Copia del piano di autocontrollo, ai sensi del D.Lgs. n° 155/97 in materia di materia di igiene dei prodotti alimentari;

B.6) Copia del Capitolato Speciale di Appalto, completo di allegati A-B-C, siglata in ogni pagina e sottoscritta in calce in segno di accettazione.

Ø      La busta “A”, recante la dicitura “OFFERTA ECONOMICA”, debitamente sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura dal legale rappresentante dell’Impresa offerente o dal legale rappresentante dell’Impresa mandataria deve contenere a sua volta, a pena di esclusione, il modulo in originale, predisposto dall’ente,  “Allegato a”, accluso al bando e disciplinare di gara;

In tale busta non debbono essere inseriti altri documenti.

L’ “Allegato a” va reso in bollo nelle forme di legge e sottoscritto in ogni pagina dal legale rappresentante dell’Impresa offerente o dal legale rappresentante dell’Impresa mandataria in caso di riunione di Imprese già formalizzata o dai legali rappresentanti di tutte le imprese riunite in caso di riunione di imprese non ancora formalmente costituita.

Il modulo dell’Offerta economica – Allegato “a” - va completato necessariamente con:

- la percentuale di ribasso (indicata sia in cifre che in lettere) che l’Impresa o l’ATI concorrente si dichiara disposta ad offrire sull’importo posto a base d’asta di €. 3,40 oltre I.V.A., prezzo per ogni singolo pasto;

Non saranno ammesse offerte in aumento rispetto all’importo a base di gara, offerte incomplete, parziali o plurime, condizionate o espresse in modo indeterminato.

IMPRESE RIUNITE

Per le Imprese riunite in Associazione temporanea (sia essa già formalmente costituita o meno):

-se già formalmente riunite, devono presentare in gara:

a)      il mandato collettivo speciale con rappresentanza conferito dalle mandanti, risultante da scrittura privata autenticata, o copia di essa autenticata, nonché la procura relativa, che dovrà essere conferita a chi legalmente rappresenta l’impresa capogruppo;

b)      dichiarazione rilasciata dall’Impresa capogruppo concernente le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole Imprese.

Tali documenti dovranno essere allegati alla documentazione amministrativa di cui al paragrafo B), onde consentire al Presidente di gara la verifica prima dell’apertura dell’offerta economica.

-se ancora non formalmente costituite, devono presentare in gara:

a)      l’impegno, in caso di aggiudicazione della gara, a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse (da indicare espressamente) qualificata capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti.

b)      l’indicazione delle parti del servizio che saranno eseguite dalle singole Imprese;

Tali documenti dovranno essere allegati alla documentazione amministrativa di cui al paragrafo B), onde consentire al Presidente di gara la verifica prima dell’apertura dell’ offerta economica.

c)      l’offerta economica, sottoscritta da tutte le Imprese che costituiranno il raggruppamento.

-         I requisiti di cui al punto 14, paragrafo B.1, lettere c.1), c.2) e d.4) dovranno essere dichiarati e posseduti per almeno il 60 % dall’impresa capogruppo e per la restante percentuale cumulativamente dalla/e mandante/i in misura non inferiore per ciascuna mandante al 20 %. Il totale deve essere comunque pari almeno al 100% dei requisiti richiesti all’Impresa singola;

-         l’elenco di cui al precedente punto 14, paragrafo B.1, lettera d.1), dovrà essere prodotto e sottoscritto da ciascuna delle Imprese facenti parte del raggruppamento;

-         l’avere eseguito un servizio con oggetto identico a quello richiesto “servizio di mensa” e di importo non inferiore a quello indicato al punto 14, paragrafo B.1, lettera d.1), essendo requisito non frazionabile, dovrà essere posseduto da una qualunque delle Imprese costituenti l’ATI;

-         il requisito di cui al precedente punto 14, paragrafo B.1, lettere d.2 e d.3), dovrà essere posseduto e dichiarato da ciascuna delle Imprese costituenti il Raggruppamento;

-         il requisito di cui al precedente punto 14, paragrafo B.1, lettera m), dovrà essere posseduto e dichiarato da ciascuna delle Imprese costituenti il Raggruppamento;

-         la cauzione provvisoria di cui al precedente punto 14, paragrafo B.3) dovrà essere presentata dalla sola Impresa capogruppo;

-         le referenze bancarie di cui al punto 14 paragrafo B.4) e il piano di autocontrollo di cui al punto 14 paragrafo B.5) dovranno essere presentati da ciascuna delle Imprese costituenti il Raggruppamento;

-         il capitolato di cui al punto 14 paragrafo B.6) dovrà essere sottoscritto da ciascuna delle Imprese costituenti il Raggruppamento, se l’ATI non è già formalmente costituita .

-         le Imprese che partecipano alla gara in forma associata non possono far parte di altri raggruppamenti concorrenti o Consorzi, né possono partecipare a titolo individuale, pena l’esclusione dalla gara.

 

CONSORZI

I Consorzi di imprese non iscritte nel registro delle Imprese ex art. 2602 C.C., costituite anche in forma di società ai sensi dell’art. 2615-ter C.C.,nonché i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico(Geie) sono assimilati, ai fini della partecipazione alla presente gara, alle imprese riunite in Associazione temporanea.

 

In caso di presentazione di offerta da parte di Imprese riunite in consorzio iscritto al registro delle Imprese, i requisiti di cui al presente bando devono essere posseduti direttamente dal Consorzio o, in alternativa, posseduti dalle Imprese consorziate nel loro complesso.

 

Nell’ipotesi di cui al capoverso precedente, il Consorzio dovrà altresì allegare le dichiarazioni di cui al precedente punto 14) paragrafo B.1 lettere a), b), h), m), n)  rese dalle imprese consorziate esecutrici per conto del consorzio medesimo.

 

 AVVERTENZE:

-         non potranno essere presi in esame, ai fini dell’accertamento del possesso dei requisiti tecnici e soggettivi previsti dal Bando di gara e dal presente disciplinare al punto 14, paragrafo B1), lettere a), b), c), d), i requisiti posseduti da imprese collegate o controllate a qualsiasi titolo dall’Impresa che produce l’istanza di partecipazione e l’offerta economica. Ciò comporterà l’esclusione dalla gara e/o decadenza dall’aggiudicazione.

-         preliminarmente all'adozione del provvedimento di aggiudicazione definitiva, l'Ente effettuerà in capo al soggetto aggiudicatario le verifiche di cui all'art. 71, comma 2 del D.P.R. 445/00 in ordine alle dichiarazioni ex art. 46 del D.P.R. 445/00 presentate in sede di gara, e le altre verifiche consentite dalla legge riguardo alle dichiarazioni ex art 47 del D.P.R. 445/00 presentate in sede di gara;

 

-         in ordine alla veridicità delle dichiarazioni dei concorrenti non aggiudicatari, la stazione appaltante si riserva di procedere a verifiche a campione ai sensi dell'art. 71 comma 1 del D.P.R.445/00;

 

-         le dichiarazioni sostitutive rese dai concorrenti hanno valore di piena assunzione di responsabilità da parte dei dichiaranti e pertanto sono sottoposte al disposto di cui all’art. 76 del

D.P.R. 445/2000;

 

-         la falsa dichiarazione costituisce causa di esclusione dalla partecipazione a successive gare per ogni tipo di appalto;

 

-         per le dichiarazioni e documenti presentati da concorrenti stranieri, si osservano le disposizioni e le forme previste dall’art. 15 del D. Lgs. 157/95 e s.m.i.

 

15) PERIODO  DI TEMPO DURANTE IL QUALE L'OFFERENTE E' VINCOLATO ALLA    PROPRIA OFFERTA: 180 giorni dalla data dell'aggiudicazione definitiva.

 16) CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:

criterio del prezzo più basso, ai sensi dell'art.23 comma 1 lettera a) del D. Lgs. 17.03.95 n.157 e s.m.i., determinato mediante percentuale di ribasso, espressa a pena di esclusione, in cifre e lettere, sull’importo posto a base di gara di €. 3,40 oltre I.V.A. (prezzo di ogni singolo pasto).

          In caso di discordanza varrà la percentuale espressa in lettere.                  

Sono ammesse esclusivamente offerte al ribasso rispetto all’importo posto a base d’asta di          €. 3,40 oltre I.V.A., prezzo per ogni singolo pasto.

In caso di parità di prezzo si procederà all’applicazione dell’art. 77 del R.D. 827/1924.

 Procedura di esame delle offerte

1)     La gara sarà aggiudicata, in via provvisoria ed in seduta pubblica;

2)     Il Presidente di gara, il giorno sopra indicato per l’apertura delle offerte, in seduta pubblica, sulla base della documentazione contenuta nei plichi presentati, procede:

-         all’apertura dei plichi ed alla verifica della regolare presentazione delle buste in essi contenute;

-         all’esame della documentazione amministrativa indicata al precedente punto 14).

Durante le operazioni di apertura dei plichi, saranno ammessi a formulare eventuali osservazioni i soggetti che esibiranno al Presidente di gara un documento idoneo a comprovare la loro legittimazione ad agire in nome e per conto delle Imprese partecipanti alla gara;

3)     Concluso il predetto esame, il Presidente procede, in seduta pubblica, ad esaminare le offerte economiche delle sole imprese che abbiano presentato documentazione amministrativa regolare e completa e a redigere l’elenco delle offerte esaminate;

4)      Il Presidente procede, quindi, in seduta pubblica al calcolo della soglia di anomalia, ai sensi dell’art. 25 del D. Lgs. 157/95 e s.m.i.. e procede secondo i commi 2 e 3 del medesimo articolo, assegnando il termine di 7 (sette) gg. per la presentazione delle giustificazioni. Successivamente il Settore Pubblica Istruzione procederà alla verifica delle offerte risultate in sospetto di anomalia e comunicherà i risultati al Presidente di gara.

5)     Il Presidente procede quindi, in seduta pubblica (la cui data sarà comunicata a tutti i concorrenti ammessi a mezzo fax) alla riapertura del verbale di gara per la presa d’atto degli esiti delle verifiche delle offerte in sospetto di anomalia ed all’adozione dei conseguenti provvedimenti di ammissione e/o di esclusione. Conseguentemente procede alla redazione di una graduatoria delle offerte esaminate ed all’aggiudicazione provvisoria della gara.

L'Ente si riserva di non procedere all'aggiudicazione qualora sussistano o intervengano gravi motivi di interesse pubblico determinanti l’inopportunità di procedere all'aggiudicazione. Nulla sarà dovuto alle ditte concorrenti al verificarsi di tale evenienza.

L'Ente si riserva di aggiudicare il presente appalto anche nel caso in cui pervenga o rimanga valida una sola offerta purché la stessa risulti congrua, a suo insindacabile giudizio.

L'aggiudicazione sarà perfetta ed efficace in via definitiva soltanto dopo che l’Ente abbia effettuato con esito positivo le verifiche e i controlli in capo all'aggiudicatario circa il possesso di tutti i requisiti di partecipazione richiesti dal presente bando, nonché quelli richiesti dalle vigenti disposizioni normative per la stipulazione dei contratti con le Pubbliche Amministrazioni.

 

 17) ALTRE INDICAZIONI

 

CAUSE DI ESCLUSIONE

Si precisa che costituiscono cause di esclusione:

1.      la mancata presentazione o incompletezza in senso sostanziale di anche uno soltanto dei documenti, dichiarazioni, certificati richiesti al punto 14);

2.      il mancato possesso di anche uno soltanto dei requisiti minimi indicati al precedente punto 14).

3.      la mancata presentazione, assieme all'istanza di cui al punto 14) lettera B.1), della fotocopia del documento di identità del sottoscrittore dà luogo a incompletezza della medesima dichiarazione tale da determinare l'esclusione dalla gara;

4.      quando la documentazione e l'offerta economica non siano contenute nelle apposite buste debitamente chiuse, sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura e che non risultino osservate le modalità di presentazione e di compilazione dell'offerta in precedenza indicate;

5.      il mancato recapito all’indirizzo di cui al punto 1) entro il termine di cui  al punto 9.a) del plico contenente l’offerta e la documentazione;

6.      la mancata presentazione della procura speciale di cui al punto B.2);

7.      la partecipazione dell’impresa a titolo individuale o in raggruppamento o in consorzi quando abbia già partecipato alla gara in forma associata;

8.      il mancato rispetto, da parte delle A.T.I., delle modalità di presentazione delle dichiarazioni, dei documenti e dell’offerta specificamente previste per tali concorrenti dal presente disciplinare;

9.      il mancato utilizzo dei modelli in originale “allegato a  e “allegato b”, ai fini della  presentazione rispettivamente dell’offerta economica e istanza di partecipazione con  dichiarazione unica.

10.  si rammenta inoltre che non potranno essere presi in esame, ai fini dell’accertamento del possesso dei requisiti tecnici e soggettivi previsti dal Bando di gara e dal presente disciplinare al punto 14), paragrafo B1), lettere a), b), c), d), i requisiti posseduti da imprese collegate o controllate a qualsiasi titolo dall’Impresa che produce l’istanza di partecipazione e l’offerta economica. Ciò comporterà l’esclusione dalla gara e/o decadenza dall’aggiudicazione.

 

DIVIETO DI CESSIONE

E’ fatto espresso divieto di cessione totale o parziale del contratto.

 

FACOLTA' DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

L'Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di non procedere all'aggiudicazione per sopravvenuti motivi.

Nulla sarà dovuto alle imprese concorrenti al verificarsi di tale evenienza.

 

ADEMPIMENTI CONSEGUENTI L'AGGIUDICAZIONE.

Il vincolo giuridico contrattuale tra le parti sorgerà, ai sensi di legge, dalla data di ricevimento, da parte del vincitore, della comunicazione di avvenuta aggiudicazione definitiva del presente appalto, fatto salvo l’obbligo per l’impresa aggiudicataria di dare inizio all’esecuzione del servizio in pendenza della stipulazione del contratto .

In particolare l'Impresa aggiudicataria, entro il termine di 15 giorni indicato nella comunicazione di aggiudicazione provvisoria, dovrà produrre con le modalità in essa contenute:

Per la formale stipulazione del contratto l'impresa dovrà presentarsi nel giorno e luogo che saranno successivamente comunicati dall'Ente.

Nel caso in cui l'impresa aggiudicataria:

a) non esegua tempestivamente gli adempimenti di cui sopra;

b) non si presenti nel luogo ed alla data fissati per la stipula del contratto definitivo;

c) rinunci all'appalto aggiudicatosi;

d)      non produca i documenti comprovanti l'avvenuta costituzione del deposito cauzionale definitivo secondo quanto previsto dal bando e disciplinare di gara;

e)      non risulti possedere i requisiti richiesti ai fini della partecipazione alla gara ovvero il possesso di tali requisiti non risulti conforme alle dichiarazioni presentate,

l’Ente si riserva la facoltà di dichiararla decaduta e di aggiudicare l'appalto al successivo migliore offerente in graduatoria ovvero di indire una nuova gara, facendo comunque carico all'inadempiente, a titolo di risarcimento danni, delle maggiori spese derivanti all'Ente in conseguenza del ricorso al successivo migliore offerente in graduatoria ovvero al nuovo aggiudicatario, in caso di esperimento di nuova gara, nonché dell'obbligo di risarcimento di ogni ulteriore spesa sostenuta dall'Ente.

Si provvederà al recupero di tale somma mediante rivalsa sulla cauzione provvisoria.

TUTELA PRIVACY

I dati forniti dai concorrenti in occasione della partecipazione alla presente gara saranno trattati esclusivamente ai fini dello svolgimento delle attività Istituzionali dell'Ente, dell'eventuale stipula e gestione del contratto e saranno archiviati in locali dell'Ente ai sensi dell'art.27 L. 675/96.

Tali dati sono richiesti in virtù di espresse disposizioni di legge e di regolamento. In relazione al trattamento dei predetti dati i concorrenti possono esercitare i diritti di cui all'art.13 della predetta legge.

Responsabile del Trattamento dei dati personali : Sig. Mario Basso Capo Servizio PUBBLICA ISTRUZIONE

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del Procedimento è il Sig. Mario Basso Capo Servizio P. I..

 

 Pontecagnano Faiano, lì 30/06/2003

                                                                                                             IL CAPO SERVIZIO P.I.

                                 - Mario BASSO -

Visto : IL DIRIGENTE DEL SETTORE

         - Dott. ssa Carmelina SPAGNUOLO -

 

1