Mostra il sito con colori e grafica di base Mostra il sito in versione solo testo Mostra il sito con colori altamente contrastati

News

 

AMBITO TERRITORIALE S4: APPROVATO IL PROGRAMMA SIA
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con Decreto Direttoriale n. 120 del 6 aprile 2017, ha approvato il programma di Sostegno all’inclusione attiva (Sia) presentato dall’Ambito Territoriale S4, con il Comune di Pontecagnano Faiano ente capofila.
A tal proposito, i Comuni associati usufruiranno, per il triennio 2017-2019, di 2.615.244,00 euro per servizi ed azioni di contrasto alla povertà. Nello specifico, la proposta redatta dall’Ufficio di Piano, alla luce delle indicazioni del Coordinamento istituzionale dei Sindaci e delle proposte scaturite dall’attività di concertazione con il terzo settore ed gli altri soggetti sociali, prevede il rafforzamento dei servizi di accesso (Segretariato sociale), con particolare riferimento all’attività di pre-assessment, finalizzata ad orientare gli operatori nel percorso di presa in carico degli utenti, ed il potenziamento del Servizio sociale professionale, con equipe multidisciplinari per le funzioni di assessment, progettazione, valutazione e monitoraggio.
Inoltre, il programma dell’Ambito configura interventi di educativa domiciliare e territoriale, nonché servizi di mediazioni interculturale e di alfabetizzazione, istituendo corsi di lingua italiana per le famiglie di immigrati. Snodo fondamentale del percorso sarà costituito dal consolidamento delle reti territoriali, implementando i laboratori di cittadinanza, per favorire il dialogo tra le famiglie e gli operatori sociali e con le istituzioni locali.
Infine, saranno attivati portali gestionali e piattaforme interattive, migliorando il sistema informativo del welfare locale.
L’approvazione del progetto parte del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali ha coronato lo sforzo di concertazione e progettazione intrapreso dall’Ufficio di Piano coordinato da Giovanna Martucciello.

Soddisfazione da parte del Presidente del Coordinamento Istituzionale Ernesto Sica, Sindaco del Comune capofila, e dell’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pastore, nel constatare “l’importante risultato conseguito sulla drammatica frontiera del contrasto alla povertà. Siamo impegnati a sviluppare progettualmente le politiche di inclusione, per accompagnare le famiglie socialmente più fragili, contribuendo allo sviluppo umano e culturale integrale”.

Pontecagnano Faiano 13. 04. 2017

L’Ufficio di Piano Ambito S4  

 

AMBITO TERRITORIALE S4: PIANO SOCIALE DI ZONA CONFORME ALLE INDICAZIONI REGIONALI E PERFORMANCE PER ACCORDI TERRITORIALI DI GENERE
La Regione Campania, con decreto dirigenziale n. 35 del 30.03.2017, ha attestato la conformità al Piano Sociale Regionale, nonché alle indicazioni operative dello stesso, del Piano Sociale di Zona, relativo alla prima annualità del triennio 2016/2018, presentato dall’Ambito Territoriale S4, con Ente capofila il Comune di Pontecagnano Faiano. Nei mesi scorsi, con la regia dell’Ufficio di Piano, coordinato dalla dottoressa Giovanna Martucciello, l’elaborazione della programmazione sociale è stata realizzata in collaborazione con i soggetti del terzo settore, del mondo del volontariato, dell’associazionismo e del sindacato, esprimendo una preziosa capacità di cultura della governance.
Conferma questo dato anche la graduatoria regionale relativa agli Accordi Territoriali di Genere. Ben tre progetti, in partnership con l’Ambito S4, hanno ottenuto riscontro positivo: “Tempo per te”, con soggetto capofila Confcooperative; “W- commerce”, con capofila il Comune di Bellizzi; “Donne in campo”, a cura della Cisl.
La positiva performance degli organismi sociali e della cooperazione è stata possibile grazie alla rete dei servizi all’infanzia (asilo nido, micro nidi, servizi integrativi al nido) implementata dall’Ufficio di Piano su tutto il territorio, valorizzando le opportunità progettuali e finanziarie all’interno della prima e seconda annualità del Piano di Azione e Coesione, portando in dote al territorio, per quanto concerne i servizi all’infanzia, circa 2 milioni di euro, nell’arco di due annualità.
Gli Accordi Territoriali di Genere prevedono le più ampie sinergie tra i soggetti istituzionali e le realtà della cooperazione, dell’associazionismo e del sindacato, irrobustendo la filiera socio-istituzionale, per la valorizzazione del ruolo della donna nei processi di lavoro, onde favorire la conciliazione dei tempi di lavoro e di educazione nella famiglia.

Soddisfatti per la performance territoriale il Sindaco del Comune capofila, Ernesto Sica, e l’Assessore alle Politiche Sociali, Francesco Pastore, che esprimono “forte plauso ai soggetti sociali che si sono impegnati nell’elaborazione dei percorsi progettuali. E’ segno della vivacità di un territorio proteso ad elevare la sua qualità di vita, sviluppando partecipazione e coesione sociale sulla frontiera del lavoro, del sostegno alla famiglia e dell’occupazione femminile, consolidando, al contempo, un importante tratto di economia civile nelle comunità locali”.

Pontecagnano Faiano 11. 04. 2017

L’Ufficio di Piano Ambito S4  

 

INTEGRAZIONE SOCIALE PER I DIVERSAMENTE ABILI: SABATO AL CENTOLA LA PRESENTAZIONE DELL’INTERVENTO
Sabato 26 novembre, alle ore 10.30, presso il Complesso ex tabacchificio Centola, si terrà la presentazione dell’intervento di integrazione sociale per i diversamente abili, nell’ambito della programmazione del Piano Sociale di Zona Ambito S4, con il Comune di Pontecagnano Faiano ente capofila.
All’iniziativa interverranno il Sindaco Ernesto Sica e l’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pastore, con la partecipazione delle famiglie provenienti dai Comuni dell’Ambito che hanno aderito al progetto. Le attività programmate saranno molteplici: teatro, ippoterapia, danza e sport inclusivi. L’integrazione e la valorizzazione delle abilità diverse costituiscono, infatti, un pilastro fondamentale del welfare locale. Si tratta di riconoscere e riscoprire la bellezza e la ricchezza delle diversità, promuovendo percorsi che arricchiscono la comunità.
Le famiglie, più volte, in sede di concertazione, hanno chiesto puntualità e sistematicità di interventi per garantire un’opportunità a vantaggio di tutti. Nel progetto viene, dunque, ribadita l’importanza di un’inclusione pienamente intesa quale cultura da affermare, in ogni ambito, per favorire l’esperienza di condivisione della propria umanità con le altre persone; una rivoluzione che privilegia la qualità del vivere, le relazioni tra le persone, la fiducia nel cooperare con l’altro cementando il substrato umanistico del vivere sociale.
Alla realizzazione del progetto denominato “A braccia aperte” concorrono i protagonisti, che non sono solo utenti del servizio, bensì attori della progettazione in atto in collaborazione con le famiglie, con le associazioni in rete che condividono esperienze e professionalità.

“L’intervento arricchisce l’opera di costruzione della città solidale, legandosi idealmente ed operativamente alle azioni ed ai servizi che sostengono i nostri cittadini nella loro vita quotidiana” dichiara il Primo Cittadino Ernesto Sica.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’Assessore Francesco Pastore: “L’attivazione del progetto è occasione propizia per veicolare e promuovere il pensiero e l’esperienza della città solidale, contribuendo a creare e potenziare i legami di convivenza tra le persone, riconnettendo le reti di comunità”.

Pontecagnano Faiano, 24 novembre 2016

L’Ufficio di Piano Ambito S4  

 

ATTIVITÀ DI CONCERTAZIONE III PIANO SOCIALE REGIONALE 2016/2018
Nell’ambito del percorso di predisposizione del Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale S4, in applicazione del terzo Piano Sociale Regionale (PSR) 2016-2018, ai fini della più fattiva cooperazione con i soggetti sociali territoriali, il Sindaco del Comune capofila di Pontecagnano Faiano, Ernesto Sica, Presidente del Coordinamento Istituzionale, invita gli stakeholders all’Assemblea Plenaria di Concertazione, che si terrà domani, martedì 8 novembre 2016, ore 16.00, presso la sala Convegni del Complesso Centola (Pontecagnano Faiano, piazzale Centola).
L’invito alla partecipazione è rivolto a tutte le realtà del terzo settore, agli enti erogatori, alle associazioni di tutela degli utenti, alle confederazioni della cooperazione, ai soggetti privati operanti in attività di carattere sociale e di solidarietà, alle organizzazioni locali di volontariato, alle confederazioni sindacali, all’Amministrazione Provinciale, alle Comunità Montane, alle Amministrazioni Comunali, alle aziende pubbliche dei servizi alla persona, agli altri soggetti pubblici operanti nel campo delle politiche culturali e sociali, all’Asl Salerno, ai distretti sanitari.

Nelle sedute precedenti del Coordinamento Istituzionale, i sindaci del territorio hanno condiviso ed approvato il “Disciplinare per i percorsi e le attività di concertazione sociale”, al fine di istituzionalizzare le forme e le modalità di confronto permanente con i soggetti delle comunità locali nella costruzione del welfare comprensoriale.
Il confronto programmato verterà sulla definizione dei servizi e degli interventi alla luce delle linee di indirizzo del terzo Piano Sociale Regionale (2016-2018), in integrazione con i progetti da finanziare a valere sul Fondo Sociale Europeo, programmazione 2014-2020, Programma Operativo Nazionale (PON) Inclusione, per l’attuazione del sostegno all’inclusione attiva, in funzione del contrasto alla povertà.

In questo quadro, oltre a confermare i servizi essenziali socio-sanitari, la programmazione istituzionale è orientata sia al rafforzamento degli assetti strategici del sistema, sia all’implementazione di specifici interventi a favore delle famiglie, onde corrispondere alle emergenze che sollecitano un accompagnamento più capillare e prossimo alle responsabilità genitoriali. Nel presentare l’attività di concertazione, in collaborazione con l’Assessore alle Politiche Sociali, Francesco Pastore, il Sindaco Ernesto Sica ha sottolineato il “valore strategico, da un punto di vista culturale ed operativo, degli itinerari concertativi nell’ambito del welfare locale. Da essi prende forza la stessa democrazia partecipativa nel territorio”.

Pontecagnano Faiano, 7 novembre 2016
L’Ufficio di Piano  

 

CONTRASTO ALLE POVERTÀ PROMUOVENDO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO: L’IMPEGNO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE DEI SINDACI
Importanti decisioni assunte dal Coordinamento istituzionale dei Sindaci dell’Ambito territoriale S4, con il Comune di Pontecagnano Faiano ente capofila. Innanzitutto, è stato approvato lo schema di convenzione ex art. 30 D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., per la gestione associata di competenze e funzioni relative all’attuazione del III Piano sociale regionale 2016/2018. Inoltre, il Coordinamento istituzionale ha delineato le linee guida per la presentazione dei progetti a sostegno del Programma Sia (Sostegno per l’inclusione attiva), finanziati dal Pon Inclusione sociale (Fse 2014-2020). All’Ambito territoriale S4, per il triennio 2017-2019, è stata attribuita la cifra di euro 2.615.244,00 che sarà destinata all’attuazione dell’Azione A del suddetto programma. In particolare, alla luce delle analisi a cura dell’Ufficio di Piano, saranno incrementate le attività di Segretariato sociale e rafforzate le funzioni del Servizio sociale professionale, potenziando, altresì, gli interventi sociali finalizzati all’assistenza educativa domiciliare familiare, per la costruzione di percorsi di occupabilità e supporto all’inclusione sociale di giovani ed adulti. Seguiranno i servizi di mediazione familiare e finanziaria ed interventi di mediazione interculturale, nonché la creazione di portali gestionali e piattaforme interattive. Queste misure si aggiungeranno alla “social card” assicurata alle famiglie con particolari fragilità sul piano socio-economico.

“Ancora una volta, abbiamo fatto valere le ragioni profonde della solidarietà e della coesione. Il sociale unisce, superando ogni muro” afferma il Presidente del Coordinamento Istituzionale dei Sindaci Ernesto Sica, Sindaco del Comune capofila di Pontecagnano Faiano. “Possiamo certamente affermare – aggiunge il Primo Cittadino - che la solidarietà è il vero nome dello sviluppo del nostro territorio”.

Il valore della “collaborazione tra i molteplici soggetti sociali ed istituzionali” è quanto evidenzia l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pontecagnano Faiano Francesco Pastore, citando, in particolare, “l’interlocuzione avviata con il Centro per l’impiego, per dar corpo alle politiche attive del lavoro, superando la mera logica assistenzialistica”.

“Si tratta di un complesso di interventi teso a potenziare la rete dei servizi che costituiscono l’ossatura del Piano Sociale di Zona”
dichiara la Coordinatrice dell’Ufficio di Piano Giovanna Martucciello, “privilegiando il decisivo e qualificato supporto alle famiglie, sviluppando un piano con forte valenza educativa”.

Si rafforza la scelta strategica dell’Ambito Territoriale S4, in linea con le positive attività assicurate con l’altra fonte di finanziamento a valere sul Piano azione coesione, per la valorizzazione dei servizi di cura all’infanzia, grazie alle capacità progettuali dell’Ufficio di Piano ed alla qualità di impresa del terzo settore locale.

Pontecagnano Faiano, 30 settembre 2016
L’Ufficio di Piano Ambito S4  

[  1   2   3   Successiva   Ultima  ]
Pagina  1  di  15

Sede: Via M. Alfani, 52 - 84098 Pontecagnano Faiano (SA) tel. 089 386311 - fax 089 849935 P.IVA 00223940651

                        Valid XHTML 1.0 Strict Valid XHTML 1.0 Strict   Note legali   Privacy Cookye