COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO

PROVINCIA DI SALERNO

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


REGOLAMENTO COMUNALE

PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

MEDIANTE ATTIVAZIONE

DI UN IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA

NEL TERRITORIO COMUNALE DI

PONTECAGNANO FAIANO

 

 

 

 

 

 

Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 56 del 15.11.2006

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CAPO I

PRINCIPI GENERALI

 

 

Articolo 1

Finalità e definizione

 

1. Il presente Regolamento disciplina e garantisce che il trattamento dei dati personali, effettuato mediante l'attivazione di un impianto di video sorveglianza nel territorio del Comune, si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali, nonché della dignità delle persone fisiche, con particolare riferimento alla riservatezza e all'identità personale. Garantisce altresì i diritti delle persone giuridiche e di ogni altro Ente o Associazione coinvolti nel trattamento.

2. Per tutto quanto non risulta essere dettagliatamente disciplinato nel presente Regolamento, si rinvia a quanto disposto dal Codice in materia di protezione dei dati personali di cui al Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n. 196 e s.m.i.

3. Ai fini del presente Regolamento si intende:

            a) per "banca dati", il complesso di dati personali, formatosi presso la Sede Comunale e trattato esclusivamente mediante riprese video registrate, che in relazione ai luoghi di installazione delle videocamere interessano prevalentemente i soggetti che transitano nell'area interessata ed i mezzi di trasporto eventuali;

            b) per "trattamento", tutte le operazioni o complesso di operazioni, svolti con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, le registrazioni, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, le modificazioni, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, l'eventuale diffusione, la cancellazione e la distribuzione di dati;

            c)  per "dato personale", qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, Ente o Associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente e rilevati con trattamenti di suoni ed immagini effettuati attraverso l'impianto di video sorveglianza;

            d) per "titolare", l'Amministrazione Comunale di Pontecagnano Faiano nella persona del sindaco in carica, cui competono decisioni in ordine alle finalità ed alle modalità del trattamento dei dati personali;

            e) per "Responsabile", la persona fisica, legata da rapporto di servizio al titolare e/o preposto dal medesimo al trattamento di dati personali, lo stesso è anche Responsabile del procedimento;

            f)  per "interessato" la persona fisica, la persona giuridica, l'Ente o Associazione cui si riferiscono i dati personali;

            g) per "incaricato" la persona fisica autorizzata a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal Responsabile;

            h) per "comunicazione", il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati, diversi dall'interessato, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione;

            i) per "diffusione", il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione;

            j) per "dato anonimo", il dato che in origine a seguito inquadratura, o a seguito di trattamento non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile;

            k) per "blocco", la conservazione di dati personali con sospensione temporanea di ogni altra operazione di trattamento.

 

 

Articolo 2

Ambito di applicazione

 

1. Il presente Regolamento disciplina il trattamento di dati personali, realizzato mediante l'impianto di videosorveglianza, attivato sul territorio del Comune di Pontecagnano Faiano e collegato alla Sede Comunale.

 

Articolo 3

Trattamento dei dati personali per le finalità istituzionali

dell'impianto di videosorveglianza

 

1.  Il trattamento dei dati personali è effettuato a seguito della attivazione di un impianto di videosorveglianza.

2. Le finalità istituzionali del suddetto impianto, del tutto conformi alle funzioni istituzionali demandate al Comune, in particolare dal Decreto Legislativo 18 Agosto 2000, n. 267, dal D.P.R. 24 Luglio 1977, n. 616, dalla Legge Regionale 14 Aprile 2003, n. 4 sull'ordinamento della Polizia Locale, nonché dallo Statuto e dai Regolamenti Comunali vigenti, sono:

            a) attivazione di uno strumento operativo di protezione civile sul territorio comunale;

            b) ricostruzione della dinamica di atti vandalici od azioni di teppismo nei luoghi pubblici, per permettere un pronto intervento della Polizia Locale e delle forze dell'ordine in supporto, a tutela del patrimonio pubblico;

            c) vigilanza sul pubblico traffico;

            d) rilevazione situazioni di pericolo per la sicurezza pubblica, consentendo l'intervento degli operatori.

3. Il sistema di videosorveglianza comporterà esclusivamente il trattamento di dati personali rilevati mediante le riprese televisive e che, in relazione ai luoghi di installazione delle videocamere, interessano i soggetti ed i mezzi di trasporto che transiteranno nell'area interessata.

 

CAPO II

Obblighi per il titolare del trattamento

 

Articolo 4

Notificazione

 

1. Il Comune di Pontecagnano Faiano, nella sua qualità di titolare del trattamento dei dati personali, rientrante nel campo di applicazione del presente Regolamento, si attiene all'osservanza degli obblighi di notificazione preventiva al Garante per la protezione dei dati personali ai sensi e per gli effetti degli artt. 37 e ss del codice in materia di protezione dei dati personali e del provvedimento generale del Garante per la protezione dei dati personali del 29 Aprile 2004.

 

Articolo 5

Responsabile

 

1. Il Comandante della Polizia Locale in servizio è altro soggetto individuato con atto formale dall'Amministrazione Comunale designato quale Responsabile del trattamento dei dati personali rilevati ai sensi dell'art. 1, comma 3, lettera e).

2. Il Responsabile deve rispettare pienamente quanto previsto, in tema di trattamento dei dati personali, dalla normativa positiva, ivi incluso il profilo della sicurezza e dalle disposizioni del presente Regolamento.

3. Il Responsabile procede al trattamento attenendosi alle istruzioni impartite dal titolare il quale, anche tramite verifiche periodiche, vigila sulla puntuale osservanza delle disposizioni di cui al comma 1 e delle proprie istruzioni.

4. I compiti affidati al Responsabile devono essere specificati per iscritto, in sede di nomina.

5. Il Responsabile, nominerà gli incaricati del materiale trattamento dei dati nei limiti che saranno ivi specificati, previa comunicazione all'Amministrazione Comunale dei dati identificati. Gli incaricati devono elaborare i dati personali ai quali hanno accesso attenendosi scrupolosamente alle istruzioni del titolare e/o del Responsabile.

 

 

CAPO III

Trattamento dei dati personali

 

SEZIONE I

Raccolta e requisiti dei dati personali

 

 

Articolo 6

Modalità di raccolta e requisiti dei dati personali

 

1. I dati personali oggetto di trattamento vengono:

            a) Trattati in modo lecito e secondo correttezza;

            b) Raccolti e registrati per le finalità di cui al precedente art. 3 e resi utilizzabili in altre operazioni del trattamento a condizione che si tratti di operazioni non incompatibili con tali scopi;

            c) Raccolti in modo pertinente, completo e non eccedente rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati salvo esigenze di polizia o di giustizia;

            d) Conservati per un periodo di tempo non superiore a quello strettamente necessario al soddisfacimento delle finalità istituzionali dell'impianto, per le quali essi sono stati raccolti successivamente trattati ed in ogni caso pari al periodo di tempo stabilito dal successivo comma 4;

            e) Trattati, con riferimento alla finalità dell'analisi dei flussi del traffico, di cui al precedente art. 3 comma 2, lettera d) , con modalità volta a salvaguardare l'anonimato ed in ogni caso successivamente alla fase di raccolta, atteso che le immagini registrate possono contenere dati di carattere personale.

2. I dati personali sono ripresi attraverso le telecamere dell'impianto di video sorveglianza, le quali saranno progressivamente installate nei punti che verranno successivamente, secondo lo sviluppo del sistema, individuati con determinazione del Comandante della Polizia Locale, previa delibera di indirizzo della Giunta Comunale. In fase di prima attuazione, le telecamere saranno in numero di tre. Esse saranno posizionate secondo quanto previsto nell'allegato "1" il quale sarà aggiornato e modificato mediante la procedura di cui sopra.

3. Le telecamere di cui al precedente comma 2 avranno le caratteristiche descritte in apposita relazione delle ditte installatrici, conservate agli atti dal Comune. Tali caratteristiche tecniche dovranno consentire un significativo grado di precisione e dettaglio della ripresa. Il titolare del trattamento dei dati personali si obbliga a non effettuare delle riprese di dettaglio dei tratti somatici delle persone, che non siano funzionali alle finalità istituzionali nell'impianto. I segnali video delle unità di ripresa saranno raccolti localmente e le immagini saranno visualizzate in una unità di registrazione di una stazione di monitoraggio e controllo presso il Comando di Polizia Locale. L'impiego del sistema di videoregistrazione è necessario per ricostruire l'evento, poiché la sala di controllo non è presidiata permanentemente.

4. Le immagini video registrate sono conservate presso la sala di controllo, o nel caso di immagini in formato elettronico, in una unità a disco fisso collocato nella sala CED, per un tempo non superiore a 7 giorni e comunque fino alla fine del procedimento derivante da illeciti accertati.

5. In relazione alle capacità di immagazzinamento delle immagini dei videoregistratori digitali, le immagini riprese in tempo reale distruggono automaticamente quelle registrate, in tempo inferiore a quello citato.

6. La conservazione delle immagini video registrate è prevista solo in relazione ad illeciti che siano verificati, o ad indagini delle autorità giudiziarie o di polizia.

7. L'accesso alle immagini ed ai dati personali necessari è ammesso per il Responsabile e gli incaricati del trattamento di cui all'art. 5. E' vietato l'accesso ad altri soggetti salvo che si tratti di indagini giudiziarie o di polizia. Alla sala controllo, in cui vengono visualizzate le immagini possono accedere solo il Responsabile e gli incaricati del trattamento di cui all'art. 5.  Per garantire l'efficienza degli impianti viene autorizzato l'accesso al sistema di videosorveglianza alla ditta a cui è affidata l'assistenza tecnica. La società effettuerà i controlli dal computer presso le opportune sedi con l'uso di apposito software e password. Questo procedimento consente di controllare la corretta funzionalità delle apparecchiature e modificare i parametri per un loro utilizzo ottimale.

 

Articolo 7

Informazioni rese al momento della raccolta

 

 

1. Il Comune di Pontecagnano Faiano, in ottemperanza a quanto disposto dall'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali e successive modifiche ed integrazioni, nei siti in cui sono posizionate le telecamere, provvede a collocare adeguata segnaletica di indicazione di "area videosorvegliata".

2. Il Comune di Pontecagnano Faiano utilizza le telecamere per finalità istituzionali di cui art. 3 comma 2 lettera a) b) c) e d).

3. Le immagini sono consultabili solo dal Responsabile del trattamento e dagli incaricati.

4. Le informazioni all'interessato vengono fornite ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali. Chi è ripreso, può esercitare i diritti di cui agli artt. 7 e ss del citato Codice, rivolgendosi al Responsabile del trattamento presso il Comune di Pontecagnano Faiano.

5. Il Comune di Pontecagnano Faiano provvede ad informare la cittadinanza, dell'attivazione dell'impianto di videosorveglianza e/o cessazione.

 

 

SEZIONE II

Diritti dell'interessato nel trattamento dei dati

 

 

Articolo 8

Diritti dell'interessato

 

1. In relazione al trattamento dei dati personali l'interessato ha diritto:

 

            a) di conoscere l'esistenza di trattamenti di dati che possono riguardarlo;

            b) di ottenere, a cura del Responsabile:

            1) la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la comunicazione in forma intelleggibile dei medesimi, della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; la richiesta può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervelli non minori di novanta giorni;

            2) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

2. L'interessato può in ogni momento, entro i termini di legge, opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta.

3.  Per ciascuna delle richieste di cui al comma 1, lettera b), numero 1),  può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

4. I diritti di cui al comma 1, riferiti ai dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell'interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.

5. Nell'esercizio dei diritti di cui al comma 1, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche o ad associazioni.

6. Le istanze degli interessati, di cui al presente articolo, devono essere presentate in carta semplice e devono essere indirizzate al Responsabile del trattamento disciplinato dal presente Regolamento, individuato dal precedente art. 5, che dovrà provvedere in merito entro e non oltre 30 (trenta) giorni.

7. Nel caso di esito negativo alla istanza di cui ai commi precedenti, l'interessato può rivolgersi al Garante per la protezione dei dati personali, fatto salvo quanto disposto dal successivo art. 14.

 

 

SEZIONE III

Sicurezza nel trattamento dei dati,

limiti alla utilizzabilità e risarcimento dei danni

 

Articolo 9

Sicurezza dei dati

 

1. I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi ai sensi e per gli effetti del precedente art. 6 comma 4 presso la Sede Comunale o nel caso di immagini in formato elettronico in una unità a disco fisso collocata nella sala CED della Sede Comunale. Può accedere ai dati solo ed esclusivamente il Responsabile e gli incaricati, debitamente istruiti sull'utilizzo dell'impianto e debitamente autorizzati per iscritto.

2. La sala archiviazione CED è sistematicamente chiusa a chiave ed è ubicata in una zona non accessibile al pubblico. All'interno della sala il sistema è sistematicamente chiuso a chiave.

 

Articolo 10

Cessazione del trattamento dei dati

 

1. In caso di cessazione, per qualsiasi causa, del trattamento dei dati, il Comune di Pontecagnano Faiano deve notificare preventivamente al Garante per la protezione dei dati personali la loro destinazione.

2. I dati personali possono essere:

            a) distrutti;

            b) ceduti ad altro titolare, purché destinati ad un trattamento per finalità analoghe agli scopi per i quali i dati sono raccolti e previa stipulazione di un congruo protocollo d'intesa;

            c) conservati per fini esclusivamente istituzionali dell'impianto attivato.

3. La cessione  dei dati in violazione di quanto previsto dalla lettera b) del comma 2 o di altre disposizioni di legge in materia di trattamento dei dati personali è nulla ed è punita ai sensi dell'art. 162, comma 1 del D.lgs. 196/2003.

 

Articolo 11

Limiti alla utilizzabilità di dati personali

 

1. I dati personali sono trattati nei limiti e secondo le disposizioni di cui agli artt. 11 e 12 del richiamato D.lgs. n. 196/2003.

 

 

 

 

 

Articolo 12

Danni cagionati per effetto del trattamento di dati personali

 

1. L'eventuale danno conseguente al trattamento dei dati personali è risarcito secondo quanto previsto dall'art. 15 del D.lgs. n. 196/2003.

 

 

SEZIONE IV

Comunicazione e diffusione dei dati

 

 

Articolo 13

Comunicazione

 

1. La comunicazione dei dati personali da parte del comune di Pontecagnano Faiano a favore di soggetti pubblici, esclusi gli Enti pubblici economici, è ammessa solo se necessaria ed esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni istituzionali. In tale caso il comune di Pontecagnano Faiano si obbliga a dare preventiva comunicazione al Garante per la protezione dei dati personali, nei modi e nei tempi di cui all'art. 39 del codice in materia di protezione dei dati personali.

2. Non si considera comunicazione, ai sensi e per gli effetti del precedente comma, la conoscenza dei dati personali da parte delle persone incaricate ed autorizzate dal titolare o dal Responsabile a compiere le operazioni del trattamento dei dati medesimi.

 

 

CAPO IV

Tutela Amministrativa e Giurisdizionale

 

Articolo 14

Tutela

 

1. Per tutto quanto attiene ai profili di tutela amministrativa e giurisdizionale si rinvia integralmente a quanto previsto nella Parte III, titolo I del Codice in materia di protezione dei dati personali e del provvedimento generale del Garante per la protezione dei dati personali del 29 Aprile 2004.

2. In sede amministrativa, il Responsabile del procedimento, ai sensi e per gli effetti degli artt. 4 e 6 della legge 07.08.1990, n. 241, è il Responsabile del trattamento dei dati personali, così come individuato dal precedente art. 5.

 

 

CAPO V

Modifiche

 

Articolo 15

Modifiche Regolamentari

 

1. I contenuti del presente Regolamento dovranno essere aggiornati nei casi di aggiornamento normativo in materia di trattamento dei dati personali.

 

ALLEGATI:

n. 1) Elenco delle ubicazioni delle telecamere.

 

 

ALLEGATO 1

Elenco delle ubicazioni delle telecamere

 

*      Telecamera n. 1 Via Marconi

*      Telecamera n. 1 parcheggio ex Centola

 

*      Telecamera n. 1 mobile

L'impianto di video sorveglianza mobile verrà utilizzato per la tutela del patrimonio comunale e delle aree pubbliche soltanto quando le altre misure di sicurezza e di tutela siano ponderatamente valutate insufficienti o inattuabili. La decisione di utilizzare l'impianto di video sorveglianza mobile è adottata su disposizione del Sindaco a seguito di richiesta del Dirigente competente. Anche l'uso dell'impianto di video sorveglianza mobile soggiace ai limiti di utilizzo disciplinati nel presente Regolamento.

***********