Cerca
Area riservata Accedi all'area riservata

PLAUSO ALLA FIORETTISTA CLAUDIA MEMOLI: MERCOLEDÌ L’INCONTRO A PALAZZO DI CITTÀ
Il plauso dell’Amministrazione Comunale per aver conquistato la medaglia d’oro al Campionato Europeo Cadette a squadre Fioretto femminile rendendo illustre la Città di Pontecagnano Faiano e portando i colori dell’Italia a rilevanza internazionale.

E’ il messaggio che il Sindaco Ernesto Sica, insieme al Consigliere comunale delegato allo Sport Giuseppe Malandrino, rivolgerà mercoledì 12 aprile 2017, alle ore 12, a Palazzo di Città alla campionessa Claudia Memoli reduce, con la nazionale azzurra, dal brillante risultato conseguito a Plovdiv, in Bulgaria, dove l’Italia ha trionfato contro la Germania, l’Ungheria, la Russia e, in finale, la Romania nel match per la medaglia iridata.

Una vittoria internazionale che ha premiato l’impegno, i sacrifici e la passione di Claudia Memoli, fiorettista del Club Scherma Salerno che, a soli 15 anni, è oramai entrata di diritto tra le giovani promesse sportive del nostro Paese tanto da guadagnarsi anche la convocazione nella lista delle riserve ai Campionati del Mondo in corso di svolgimento sempre in Bulgaria.

Di assoluto rilievo è il suo curriculum agonistico che, dopo i brillanti piazzamenti precedenti, vanta, quest’anno, un terzo posto alla gara di Coppa del Mondo a Pisa e alla prova nazionale Cadetti di Terni, la convocazione alla kermesse mondiale under 23 in Austria, dove, nonostante la differenza di età, si è classificata prima tra le italiane, fino ad arrivare alla medaglia d’oro dei giorni scorsi agli Europei e alla convocazione come riserva ai Mondiali.

Pontecagnano Faiano, 10 aprile 2017


 

PUBBLICA ILLUMINAZIONE, L’ASSESSORE MARIO VIVONE FA CHIAREZZA: “QUANTE INESATTEZZE”
“O è mistificazione della realtà o è ignoranza amministrativa. Forse entrambe le cose”.
E’ la dura risposta dell’Assessore ai Lavori pubblici e alla Manutenzione Mario Vivone alle critiche del Consigliere Comunale Giuseppe Lanzara sulle questioni inerenti alla pubblica illuminazione sul territorio.

L’Assessore Vivone, in tal senso, opera un’attenta analisi in merito alla programmazione dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Ernesto Sica e replica punto per punto alle accuse.

“Il Comune di Pontecagnano Faiano – afferma – a seguito di espletamento di gara ad evidenza pubblica, ha affidato, in concessione, i lavori, mediante project financing, aventi ad oggetto la manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria, la fornitura di energia elettrica, compresa la progettazione ed esecuzione degli interventi di adeguamento normativo, rifacimento, ristrutturazione, riqualificazione ed efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione. L’avvio dell’esecuzione del contratto risale a poche settimane fa, precisamente a febbraio. In tal senso, la concessione prevede da parte della società la presentazione, entro il mese di aprile di quest’anno, della progettazione definitiva-esecutiva che verrà valutata dettagliatamente dagli uffici tecnici prima dell’inizio degli interventi. A tal proposito – aggiunge l’Assessore Mario Vivone – è doveroso rilevare che, finalmente, con la concessione dei lavori si procederà ad una ristrutturazione e riqualificazione generale dell’impianto di pubblica illuminazione che, per decenni, non è stato oggetto di importanti adeguamenti. In particolare, si provvederà alla sostituzione dei corpi illuminanti con nuove tecnologie a led, all’adeguamento delle linee elettriche, al rifacimento dei quadri di comando e alla sostituzione di tutti i pali che presentano criticità in termini di stabilità”.

“Ciò premesso – dichiara ancora l’Assessore Vivone – è praticamente inimmaginabile pensare che la società concessionaria, che ha già operato verifiche e una serie di interventi, potesse trasformare completamente il funzionamento dell’intero impianto nel giro di poco più di un mese. Da parte del Consigliere Giuseppe Lanzara puntare il dito su questo equivale semplicemente a strumentalizzare e mistificare la realtà con una versione distorta delle cose oltre che a confermare davvero poca dimestichezza delle procedure amministrative. Eppure, quando si ha difficoltà a leggere e interpretare gli atti, peraltro non estremamente complicati, basterebbe semplicemente rivolgersi agli uffici competenti per tutte le spiegazioni del caso evitando la diffusione di notizie inesatte e, di conseguenza, comportamenti poco consoni ad un amministratore attento e preparato. Invece si preferisce fare demagogia con accuse infondate e segnalazioni che, oltre alla propaganda, non trasmettono quasi nulla”.

“Le conferme
– spiega l’Assessore Vivone – davvero non mancano. Ad esempio, il Consigliere Giuseppe Lanzara si è soffermato di recente anche sulla rimodulazione delle cifre per la gestione dell’impianto di pubblica illuminazione. Voglio rassicurare lui e, soprattutto, i cittadini che si tratta di un semplice e dovuto adeguamento contrattuale. Il Consigliere Lanzara forse non sa o fa finta di non sapere che il progetto iniziale risale al 2012 e il canone è determinato in funzione del numero effettivo dei pali da integrare, del numero e del tipo di lampade utilizzate e, quindi, da consumi che, ovviamente, variano. Solo chi mistifica la realtà o non conosce le procedure amministrative può sostenere il contrario. Stesso dicasi per la sua polemica sulla centrale operativa per la pubblica illuminazione. Anche in questo caso, o non è informato o fa finta di non esserlo. La società concessionaria, infatti, come da contratto, ha messo a disposizione per la cittadinanza il numero verde 800.031938, già pubblicato sul sito istituzionale del Comune, per la segnalazione di guasti o malfunzionamenti, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 15 alle 19. Inoltre è attivo h24 un numero di emergenza riservato al Comune e agli organi competenti”.

“Non mi resta
– conclude l’Assessore ai Lavori pubblici e alla Manutenzione Mario Vivone – che invitare il Consigliere Giuseppe Lanzara, che continua a studiare da Sindaco, a prepararsi meglio ed evitare l’opera quotidiana di mistificazione e strumentalizzazione politica applicata che non comporta alcun beneficio alla nostra Città e, probabilmente, nemmeno alle sue ambizioni”.

Pontecagnano Faiano, 7 aprile 2017  

PROGETTO “EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ”: AL VIA DA DOMANI GLI INCONTRI NELLE SCUOLE CITTADINE
Al via il progetto di formazione “Educazione alla legalità, sicurezza e giustizia sociale” nelle scuole cittadine. A promuoverlo gli Istituti Comprensivi “Moscati” e “Pontecagnano Sant’Antonio”, guidati rispettivamente dai Dirigenti Sergio Di Martino e Angelina Malagone, grazie al sostegno del Comune di Pontecagnano Faiano, in particolare del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore alla Pubblica istruzione Maria Rosalba de Vivo.

Quattro gli appuntamenti che, coordinati da Sante Massimo Lamonaca, esperto in criminologia clinica, Giudice onorario esperto presso il Tribunale di Sorveglianza di Salerno e referente dell’Osservatorio permanente per la cultura alla legalità, sono rivolti agli studenti delle classi III delle Scuole Secondarie di I Grado per rafforzare il percorso di sensibilizzazione e favorire lo sviluppo di nuove iniziative finalizzate a radicare il bisogno ed il rispetto della legalità.

Prima tappa domani, alle ore 10, presso la Scuola media Moscati, su “Disagio e cultura dell’agio”. Ai saluti del Primo Cittadino Ernesto Sica, dell’Assessore Maria Rosalba de Vivo e del Dirigente Sergio Di Martino seguiranno la presentazione del progetto da parte del giudice Lamonaca e l’intervento di Angelo Coscia, scrittore, formatore sociale, consulente e operatore di contatto, disagio e dipendenze di genere, sul tema “Homo ludens”.

Secondo momento di confronto giovedì 20 aprile, alle ore 10, presso la Scuola media di Sant’Antonio su “Educazione all’amore: dalla violenza al rispetto per sé” alla presenza, insieme al Dirigente Angelina Malagone, dello psicoterapeuta Fabio Martino, specialista in relazioni d’aiuto e presidente dell’Associazione “A Voce alta”.

Terzo incontro giovedì 27 aprile, alle ore 10, alla Scuola media Moscati sul tema “Violenza di genere: educazione ed informazione”. In scena andrà lo spettacolo della compagnia teatrale “Mantea”, Manifatture teatrali di Emiliano Piemonte, dal titolo “L’isola delle femmine”.

Ultimo appuntamento venerdì 5 maggio, alle ore 10, alla Scuola Media di Sant’Antonio. Si parlerà di “Hacking e criminalità informatica: il web oscuro” con l’esperto informatico Mauro Tomada, Ctu e Ctp presso il Tribunale di Salerno nelle indagini di pirateria informatica.

Gli incontri saranno arricchiti da interessanti testimonianze e, allo stesso tempo, verranno trasmessi in diretta streaming, a cura del docente Alfonso Palumbo, animatore digitale dell’Istituto Comprensivo “Pontecagnano Sant’Antonio”, favorendo la partecipazione anche degli altri alunni nelle aule attraverso le lavagne interattive multimediali.

Il progetto itinerante “Educazione alla legalità” è stato vincitore nel 2009, del premio “Lavoriamo Insieme” per la sezione “Lotta alla corruzione” e identificato quale migliore iniziativa dell’anno in linea con gli indirizzi di governo.

“E’ uno straordinario momento di sensibilizzazione e formazione – afferma il Sindaco Ernesto Sica – che testimonia l’impegno quotidiano delle nostre scuole e il sostegno convinto dell’Amministrazione Comunale per rafforzare la cultura della legalità sul territorio, soprattutto tra i giovani”.

“E’ un percorso di crescita sociale – dichiara l’Assessore Maria Rosalba de Vivo – che si snoda attraverso tematiche di grande interesse e attualità. E’ un’iniziativa in cui crediamo molto in quanto rappresenta un eccezionale riferimento per i nostri studenti attraverso una programmazione costante delle nostre scuole, attente a far emergere il messaggio chiaro ed univoco che il bene trionfa sempre sul male, ma bisogna davvero lavorare ogni giorno per assicurare condizioni di legalità”.

Pontecagnano Faiano, 6 aprile 2017  

[  Prima   Precedente   1   2   3   4   5   Successiva   Ultima  ]
Pagina  3  di  355