Cerca
Area riservata Accedi all'area riservata

CERIMONIA DI INIZIO ANNO SCOLASTICO AL PLESSO “CORVINIA” DELL’IC PONTECAGNANO SANT’ANTONIO
IL SINDACO SICA: “MASSIMO IMPEGNO PER RENDERE I NOSTRI RAGAZZI COMPETITIVI A LIVELLO EUROPEO”



C’era anche Nao Sica, questa mattina, alla cerimonia di inizio anno scolastico al plesso Primaria “Corvinia” dell’Istituto Comprensivo Pontecagnano Sant’Antonio.

Le eccezionali capacità del robot umanoide, infatti, sono state condivise con alunni e genitori prima del taglio del nastro di due nuove aule 3.0.

Con il Dirigente scolastico Angelina Malangone, erano presenti il Direttore dei servizi amministrativi generali Rosa Lembo, la referente della formazione e progettazione Anna Troiano, l’animatore digitale Alfonso Palumbo, il responsabile del plesso Rita Ferro, insegnanti e collaboratori.

A testimoniare, ancora una volta, la vicinanza e il sostegno dell’Amministrazione la partecipazione all’iniziativa del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore alla Pubblica istruzione Maria Rosalba de Vivo insieme al Consigliere comunale Luigi Bellino.

Apertura con l’Inno d’Italia, i ringraziamenti dell’insegnante Rita Ferro ai presenti e quelli degli alunni “ai nostri genitori perché per noi hanno scelto questa scuola”.

Il Dirigente Angelina Malangone ha subito ribadito “l’importanza dell’approccio digitale delle nostre scuole, proiettate al futuro, a favore di una rivoluzione informatica che ha oramai stravolto il nostro modo di lavorare, pensare e agire”.
Ha, quindi, rivolto un plauso al suo staff, ai docenti e a tutti gli operatori dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio “per lo straordinario lavoro quotidiano” e ha testimoniato “la valenza di una programmazione finalizzata a migliorare l’apprendimento e a favorire l’inclusione soprattutto dei bambini autistici”.
Si è detta, infine, orgogliosa “di una grande squadra che opera in piena sinergia con il Comune e le famiglie”.

Apprezzamenti sull’operato della scuola sono giunti, come sempre, dal Primo Cittadino Ernesto Sica. “Il nostro sistema – ha detto – si conferma di eccellenza e i vostri plessi, oramai divenuti punto di riferimento riconosciuto anche a livello europeo, lo confermano appieno. Questa è la verità che nessuna speculazione e strumentalizzazione può nascondere”.
“E’ un sistema – ha aggiunto – che funziona perché funziona la squadra, come dice la Dirigente Malangone,, e l’Amministrazione sosterrà sempre e comunque il vostro percorso di crescita e tutte le innovazioni perché è fondamentale farvi competere, attraverso le vostre capacità, con gli altri ragazzi delle principali città europee”.
Il Sindaco Sica ha, dunque, annunciato l’avvio del servizio di mensa nei primi giorni di ottobre e nuovi interventi di riqualificazione per il miglioramento dei plessi e della qualità didattica.

Pontecagnano Faiano, 18 settembre 2017























 

“SUL SENTIERO DEGLI HAMPSHIRE”, L’AMMINISTRAZIONE RICORDA I CADUTI DELLO SBARCO ALLEATO:
“LA NOSTRA LIBERTÀ HA AVUTO UN PREZZO ALTISSIMO E VA DIFESA E ALIMENTATA TUTTI I GIORNI”



Partecipazione, emozione e riflessione, questa mattina, per la cerimonia in onore dello sbarco alleato alla Picciola.
Nel 74° anniversario, l’Amministrazione Comunale ha inteso rinnovare il ricordo dei caduti con l’iniziativa “Sul sentiero degli Hampshire” presso la lapide in via Mare Adriatico.

La celebrazione, promossa su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessora alla Cultura Lucia Zoccoli, è stata organizzata con il patrocinio dell’Ambasciata Britannica a Roma, che ha accolto l’appuntamento con grande soddisfazione, e in collaborazione con l’Osservatorio interdipartimentale per gli studi di genere dell’Università di Salerno, l’Istituto campano per la storia della resistenza, dell’antifascismo e dell’età contemporanea “Vera Lombardi”, il Comitato di coordinamento territoriale associazioni militari in congedo, simpatizzanti, operatori di Polizia e servizi, l’Associazione “Amici del tricolore”, l’Associazione nazionale combattenti, reduci e simpatizzanti sez. “A. Castelluccio” di Faiano, il Museum of operation Avalanche.

Insieme all’Assessora Zoccoli, sono intervenuti Maria Rosaria Pelizzari, docente di Storia contemporanea Unisa, la studentessa Giulia Malandrino e lo storico dell’operazione Avalanche Lino Nicolino alla presenza di rappresentanze degli alunni delle Scuole Medie degli Istituti Comprensivi “A. Moscati”, “Picentia” e “Pontecagnano Sant’Antonio”.

Erano, inoltre, presenti: il maggiore Erich Fasolino, Comandante della Compagnia Carabinieri di Battipaglia; il maggiore Andrea Sarica, Comandante del 7° Nucleo elicotteristi di Salerno; il colonnello Fausto Ciriaco Troisi, in rappresentanza del generale del Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano; il colonnello Giorgio Guariglia, Comandante 8° artiglieria in rappresentanza della Brigata Garibaldi; il colonnello Antonio Masi del Comando comprensorio militare di Persano; la famiglia della Medaglia d’Oro al Valor civile Daniele Zoccola; il Presidente del Consiglio comunale di Montecorvino Pugliano Teresa Di Meo; una rappresentanza dei ragazzi del progetto Sprar di Pontecagnano Faiano coordinato dalle società cooperative “Il Sentiero” e “Tertium Millennium”.

Primo toccante momento delle celebrazioni la lettura del messaggio augurale dell’Ambasciatore britannico di Roma Jill Morris per la quale “è grazie ad eccellenti eventi commemorativi come questo che oggi teniamo viva la memoria di un periodo unico come la Seconda Guerra Mondiale, ricordiamo il sacrificio estremo di tanti valorosi combattenti e l’eccezionale coraggio mostrato da veterani, partigiani e civili”. “Siamo orgogliosi – ha aggiunto – di rinnovare la nostra profonda amicizia con l’Italia e le sue Forze Armate e non vi è dubbio che insieme siamo più forti rispetto alle minacce e alle sfide alla nostra sicurezza collettiva”.

Spazio, dunque, all’esecuzione degli inni britannico e italiano e alla deposizione della corona d’alloro accompagnata dal suono della Leggenda del Piave e dalla condivisione delle motivazioni.
A seguire, la preghiera in memoria dei caduti da parte di Don Roberto Faccenda che ha ribadito “l’importanza di non dimenticare chi ci consente oggi di essere qui, perché ha combattuto per la nostra libertà, e la necessità di custodire la memoria di gesti eroici che hanno cambiato la nostra esistenza”.

Ricca di spunti interessanti e particolarmente dettagliata l’analisi dello storico Lino Nicolino che ha ripercorso le tappe saliente dello sbarco di Salerno. “Furono coinvolti – le sue parole - 170mila soldati in un’operazione che fu una pagina difficile e atroce con il sacrificio di tanti giovani a rappresentare una grande certezza”. “Quei momenti – ha aggiunto - sono ben impressi in numerose testimonianze fotografiche e video che riprendono proprio le attività militari su questa Litoranea e meritano la massima diffusione a attenzione delle Comunità”.

La docente Pelizzari, dopo aver rappresentato i saluti del Rettore Aurelio Tommasetti “sempre aperto a queste importanti iniziative per la crescita dei territori”, ha parlato di “una celebrazione che è un momento importante perché riguarda fatti storici che hanno visto questo territorio protagonista”. Si è, quindi, soffermata sulla Scuola estiva delle Donne “che vuole recuperare proprio la memoria di questi luoghi”. “I nostri ragazzi – ha proseguito – devono capire che col passato e i ricordi prepariamo un futuro migliore”.

Molto seguita ed emozionante anche la lettura da parte della studentessa Giulia Malandrino di alcune testimonianze di cittadini di Magazzeno che, in quei giorni difficili del secondo conflitto mondiale, osservavano, di nascosto nelle proprie abitazioni e in attesa dell’evolversi degli esiti dell’operazione militare, i movimenti dei soldati alleati e aprivano pian piano la loro cultura agricola al confronto con quella già tecnologicamente avanzata dei britannici.

“La libertà – ha concluso l’Assessora Lucia Zoccoli – ha avuto un prezzo altissimo in termini di vite umane e di sangue. E’ questo il messaggio che vogliamo trasmettere ai nostri ragazzi perché 74 anni sono un lasso di tempo troppo breve per non riflettere su quella tragedia. Questa libertà così sofferta e conquistata deve essere difesa a tutti i costi e alimentata attraverso i nostri gesti quotidiani e anche attraverso la cultura che può sollevare le sorti di una Nazione perché il regalo più grande che possiamo fare ai nostri giovani è consentirgli di studiare per contrastare proprio l’ignoranza e l’odio”.

L’Assessora Zoccoli ha, quindi, ringraziato le Forze Armate, le Forze dell’Ordine, Don Roberto Faccenda e tutte le associazioni e gli enti che hanno collaborato all’iniziativa. Ha, poi, inteso esaltare “la straordinaria opera di Padre Beniamino Miori che, a Picciola e in queste zone, si prese cura di tanti giovani soldati, lontani dalle proprie famiglie e sofferenti, che combattevano contro altri essere umani, questi ultimi, probabilmente, costretti a farlo”.
Il nostro mare
– ha concluso – ha portato la guerra, ma anche persone nuove, libertà, inclusione e cultura perché gli alleati hanno fatto tanto per migliorare le condizioni di questo territorio e favorirne lo sviluppo. E’ forte e sentito il nostro omaggio a loro, ai tantissimi militari caduti durante l’operazione Avalanche e a tutti i nostri partigiani, uomini e donne, che sostennero l’azione alleata per riportare la pace in Italia e nel Mondo”.


Pontecagnano Faiano, 15 settembre 2017





































 

ECCO NAO SICA, PRESENTATO STAMATTINA AL PLESSO “DANTE ALIGHIERI” IL ROBOT UMANOIDE
“LA CITTÀ DI PONTECAGNANO FAIANO UNA GRANDE ECCELLENZA DELL’INNOVAZIONE SCOLASTICA”



“Ciao a tutti, il mio nome è Nao, il mio cognome è Sica. Mi chiamo così perché Ernesto Sica è mio padre. Carràmba che sorpresa”.

Si è presentato così, questa mattina, tra gli applausi, il robot umanoide amico degli studenti e dell’inclusione.

Grande partecipazione ed entusiasmo, nel corso dell’iniziativa “Back to School” che si è svolta al plesso “Dante Alighieri”, per quello che risulta essere il primo progetto sperimentale della Campania e del Mezzogiorno e tra i primissimi in Italia.

Nao è in grado di interagire con l’uomo grazie a sofisticate applicazioni e tecnologie di riconoscimento di voce ed emozioni. Rappresenta, attualmente, la più alta evoluzione della scienza robotica per arricchire le attività educative e sociali dei plessi e delle famiglie migliorando l’apprendimento e l’inclusione scolastica, in particolare dei bambini autistici.

Il programma, fortemente sostenuto dall’Amministrazione Comunale che ha acquistato il robot, è promosso dall’Istituto Comprensivo Pontecagnano Sant’Antonio in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane per la formazione dell’Università degli Studi Bicocca di Milano e vanta una proficua rete con l'IC Moscati di Faiano e l'IC Genovesi di San Cipriano Picentino.

A testimoniarne la straordinaria importanza, stamani, c’erano: il Dirigente scolastico Angelina Malangone insieme al Direttore dei servizi amministrativi generali Rosa Lembo, alla referente della formazione e progettazione Anna Troiano, all’animatore digitale Alfonso Palumbo, ai docenti, ai collaboratori e al Presidente del Consiglio di Istituto Marco Torelli; il Sindaco Ernesto Sica con l’Assessore alla Pubblica istruzione Maria Rosalba de Vivo e il Dirigente responsabile del settore Servizi alla persona Luca Coppola; la senatrice Angelica Saggese; il Dirigente dell’Ufficio X Ambito territoriale di Salerno Renato Pagliara; il Dirigente scolastico dell’IC A. Moscati di Faiano Sergio Di Martino; il Dirigente scolastico dell’IC Genovesi di San Cipriano Picentino Alessandra Viola; i docenti dell’Università Bicocca di Milano Paolo Ferri e Stefano Moriggi; l’Assessore alle Pari opportunità del Comune di Salerno Gaetana Falcone; Francesco Gigante, laureando in Ingegneria aerospaziale Università Federico II.

Ad aprire la cerimonia l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del coro degli alunni.
Il Dirigente Angelina Malangone ha, quindi, rivolto un plauso “per il grande lavoro svolto e la perfetta organizzazione al Direttore Rosa Lembo, al collaboratore vicario Anna Troiano, all’animatore digitale Alfonso Palumbo, a tutti i docenti e collaboratori”. Ha, quindi, ricordato l’impegno dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio “per l’innovazione tecnologica e una crescita dei nostri ragazzi che sia al passo coi tempi attraverso i programmi delle aule 3.0 e del robot umanoide”.
Caloroso e sentito il ringraziamento, da parte sua, all’Amministrazione Comunale “che ha sostenuto finanziariamente il progetto Nao ed è sempre vicina e sensibile alle nostre istanze per migliorare il nostro processo educativo”.

Parole di elogio, in un videomessaggio, anche quelle rivolte dal Presidente del gruppo S&D in Parlamento Europeo Gianni Pittella. “Sono davvero felice – ha dichiarato – della programmazione di un istituto moderno come il vostro che, anche grazie alla collaborazione con l’Università Bicocca, rappresenta un motivo di vanto per la Campania, per il Sud e per il Paese. L’innovazione deve confermarsi una straordinaria opportunità e un punto di eccellenza rivolto a tutti i processi di apprendimento, al passo con i principali paesi europei, per vincere le sfide del futuro”.

Il Dirigente dell’Ufficio X Ambito territoriale di Salerno Renato Pagliara si è, quindi, soffermato “sullo straordinario impegno dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio e sull’importante intesa con un’Amministrazione Comunale che testimonia grande vicinanza al sistema scolastico”. “Abbiamo la possibilità – ha proseguito - di sperimentare qui questo progetto e trasferirlo in tante altre parti d’Italia quale modello di una Scuola e di un Sud che fanno rete e funzionano. E io sono sempre più orgoglioso del mio ruolo che è testimonianza dell’impegno quotidiano del corpo docenti”.

La senatrice Angelica Saggese si è detta “onorata di poter condividere un evento così importante che ribadisce lo straordinario lavoro per il futuro dei nostri ragazzi con uno sforzo notevole a favore di un processo innovativo da cui, oramai, dipendono tutte le scelte”. “La scuola – ha evidenziato – deve operare proprio in questa direzione offrendo al mercato del lavoro ragazzi con una formazione adeguata ai cambiamenti del Mondo. Le istituzioni, come dimostra l’Amministrazione di Pontecagnano Faiano, continueranno a starvi vicino”.

Il Dirigente dell’IC Moscati Sergio Di Martino ha ringraziato “Dirigente e collaboratori dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio per un proficuo e costante rapporto di collaborazione a beneficio della crescita dei nostri alunni”. “E’ fondamentale – ha aggiunto – coniugare la cultura del cambiamento e delle tecnologie con la cultura filosofica e, quindi, con un nuovo umanesimo teso a trasmettere sani valori ai ragazzi. La speranza è di allargare e condividere sempre di più questo processo come testimonia la presenza stamattina anche di rappresentanze del Liceo Severi e dell’Itis Focaccia di Salerno”.

Il Dirigente dell’IC Genovesi di San Cipriano Picentino Alessandra Viola, a sua volta, ha rivolto ringraziamenti e apprezzamenti per il coinvolgimento confermando che “oggi la cultura digitale è fondamentale per i mutamenti della nostra società ed è indispensabile avvicinarla alla cultura tradizionale per una comunicazione che sia davvero efficace ed efficiente”.

“Un progetto surreale e straordinario grazie ad un Istituto che opera con impegno e amore verso i nostri figli e a un’Amministrazione che supporta sempre le nostre attività” le parole del Presidente del Consiglio d’Istituto Marco Torelli.

“Questo intervento – le parole del docente Paolo Ferri – assume grande rilevanza anche per il nostro Ateneo e riesce a mettere insieme tutte le componenti per rendere ancora più significativa e consapevole la tecnologia nelle scuole”. “La vostra – ha proseguito – è una realtà che vanta un’eccellenza qualitativa didattica e una grande preparazione per le innovazioni, spesso mancanti in alcune regioni del Nord, e può divenire un incubatore e un modello per tante altre esperienze”.

A fargli da eco il docente Stefano Moriggi che ha espresso “soddisfazione per essere di nuovo qui dopo un bellissimo lavoro già svolto per questo Istituto”. “E’ un grande progetto sperimentale – ha proseguito – calibrato sulla qualità e sull’eccellenza della scuola. Altrove, forse, sarebbe stato difficile realizzarlo mentre qui è possibile grazie alla cooperazione e alla condivisione rivolte alla costruzione di conoscenze e pratiche”.

“Siete una Comunità compatta che vuole continuare a crescere e nutre davvero grandi aspirazioni per il futuro”
l’intervento dell’Assessore del Comune di Salerno Gaetana Falcone.

Davvero emozionante il momento dello scoprimento del robot Nao accompagnato da un video e, soprattutto, dalla gioia immensa dei bambini e dei genitori.

A condividere le sue eccezionali capacità è stato Francesco Gigante, laureando in Ingegneria aerospaziale all’Università Federico II.

Ad arricchire, infine, una giornata straordinaria e indimenticabile anche l’inaugurazione nel plesso Primaria “Dante Alighieri” di nuove aule 3.0.


Pontecagnano Faiano, 15 settembre 2017







































 

[  Prima   Precedente   1   2   3   4   5   Successiva   Ultima  ]
Pagina  3  di  395