Cerca
Area riservata Accedi all'area riservata

PLAUSO DELL’AMMINISTRAZIONE A SETTE ATTIVITÀ STORICHE DEL TERRITORIO


In un clima di grande entusiasmo ed emozione, ieri sera, a Palazzo di Città, il Sindaco Ernesto Sica ha consegnato un riconoscimento alle aziende storiche “Noschese Studio Immobiliare”, “Fortunato Bici”, “Donnarumma Salumi”, “Macelleria Longo”, “Merceria Casale”, “Alimentari Nenna”, “Fasulo Giuseppe & C.”.

Insieme al Primo Cittadino, erano presenti il Vice Sindaco Domenico Mutariello, l’Assessore alle Attività produttive Francesco Pastore e i Presidenti della Seconda e della Quarta Commissione Consiliare Gianfranco Ferro e Giuseppe Malandrino.

Queste le motivazioni riportate sugli attestati:

“Alla Ditta ‘Noschese Studio Immobiliare’ di Giovanni Noschese per i 40 anni di attività dedicati al mercato immobiliare nella nostra Città caratterizzati da esperienza e professionalità”;

“Alla Ditta ‘Fortunato Bici’ di Salvatore Fortunato per i 47 anni dedicati all’attività artigiana nella nostra Città caratterizzati da competenza tecnica e professionalità che si sono tramandati in un’ottica di continuità familiare”;

“Alla Ditta ‘Donnarumma Salumi’ di Alfonso Donnarumma e figli per i 51 anni di attività dedicati alla produzione e lavorazione delle carni nella nostra Città che si sono tramandati in un’ottica di continuità familiare”;

“Alla Ditta ‘Macelleria Longo’ di Giuseppina Longo per i 55 anni di attività dedicati al commercio nella nostra Città che si sono tramandati in un’ottica di continuità familiare”;

“Alla Ditta ‘Merceria Casale’ di Antonietta Casale per i 60 anni di attività dedicati al commercio nella nostra Città”;

“Alla Ditta ‘Alimentari Nenna’ di Carmine Adduono per i 63 anni di attività dedicati al commercio nella nostra Città che si sono tramandati in un’ottica di continuità familiare”;

“Alla Ditta ‘Fasulo Giuseppe & C.’ per i 77 anni di attività dedicati al commercio nella nostra Città che si sono tramandati per generazioni in un’ottica di continuità familiare”.

“A nome della Città e dell’Amministrazione che ho l’onore di guidare
– le parole del Primo Cittadino Ernesto Sica – vi dico grazie perché con la vostra storia, le vostre famiglie e il vostro impegno contribuite allo sviluppo di Pontecagnano Faiano e siete oramai divenuti riferimento dentro e fuori da questo territorio. Grazie anche per lo stimolo che quotidianamente ci date e per la vostra voglia di continuare a crescere adeguandovi ai tempi non certo facili che viviamo”. “Questo plauso ha un significato forte perché i vostri negozi sono sinonimo di luce, progresso, Comunità e senso di appartenenza. Dentro i vostri locali sono cresciute intere generazioni” ha aggiunto il Sindaco Sica confermando la volontà di consegnare nuovi riconoscimenti alle altre aziende storiche del territorio e organizzare, unitamente alle associazioni di categorie e a tutti i rappresentanti delle attività produttive, “una grande giornata del commercio, per confrontarci e ringraziarvi ancora una volta, un importante momento di condivisione e di crescita che nasce proprio dalla vostra passione e dai vostri straordinari sacrifici che rappresentano una pagina straordinariamente bella di questo territorio”.

Parola accolte con grande soddisfazione e i ringraziamenti dei rappresentanti delle aziende premiate.


Pontecagnano Faiano, 15 novembre 2017



































 

GIORNO DELL’UNITÀ NAZIONALE E GIORNATA DELLE FORZE ARMATE: CELEBRAZIONI A FAIANO NEL RICORDO DEL CAVALIERE DOMENICO GRANOZIO


Ricco di significati anche il secondo momento delle celebrazioni per il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate che si è svolto domenica mattina a Faiano.

Ad organizzare l’iniziativa l’Amministrazione guidata dal Sindaco Ernesto Sica insieme all’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Faiano sezione “A. Castelluccio”, presieduta dall’insegnante Anna Francese, e al Comitato di coordinamento territoriale Associazioni Militari in congedo, simpatizzanti, operatori di Polizia e Servizi, presieduto dall’avvocato Adriano Ciancio, in collaborazione con l’Associazione Amici del Tricolore, presieduta da Antonio Galdi, il Museum of Operation Avalanche, presieduta dal professore Giuseppe Fresolone, e l’Associazione storico culturale “Avalanche 1943”, presieduta da Luigi Fortunato.

A testimoniare l’importanza delle celebrazioni, la partecipazione del Questore di Salerno Pasquale Errico, del colonnello Giorgio Guariglia, Comandante VIII Artiglieria di Persano in rappresentanza del Comandante della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, generale Nicola Terzano, del colonnello Diego Antonio Giarrizzo, Comandante IV Reggimento Carri di Persano, del colonnello Antonio Masi, del maggiore Erich Fasolino, Comandante Compagnia Carabinieri Battipaglia, dei Sindaci di Bellizzi Domenico Volpe, Lustra Cilento Giuseppe Castellano e Giffoni Sei Casali Francesco Munno, della rappresentanza del 19° Reggimento Cavalleggeri Guide di Salerno per la schierante resa degli onori, dell’onorevole Alfonso Andria, del maresciallo maggiore Vincenzo De Chiara della Stazione Carabinieri di Pontecagnano Faiano, del capitano di fregata Fiore Marchesano del Gruppo Leone San Marco Campania, del professore Antonio Landi, consigliere nazionale e presidente provinciale Ancr Salerno.

Prima tappa della mattinata l’arrivo della Fanfara Bersaglieri di Eboli “Gen. Antonio Scrimieri” e la sfilata degli alunni dell’Istituto Comprensivo “A. Moscati”, guidato dal Dirigente Sergio Di Martino.
A seguire la cerimonia dell’alzabandiera e l’onore ai caduti al monumento di piazza Garibaldi con la deposizione di una corona da parte del Primo Cittadino Ernesto Sica, del colonnello Giorgio Guariglia e del professore Antonio Landi.

Emozionata e orgogliosa, l’insegnante Anna Francese si è soffermata sull’importanza di questo appuntamento “che ci unisce da oltre mezzo secolo” e ha rivolto un ringraziamento a tutte le autorità, a chi ha sostenuto l’organizzazione delle celebrazioni, alle scuole e alle rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’arma e a quelle territoriali presenti, tra cui Asad Pegaso, Gera e Anima libera.
A seguire gli interventi degli alunni delle classi V A, V B e V C dell’IC “Moscati”, accompagnati dai docenti.

Il professore Antonio Landi ha, dunque, espresso apprezzamento “per questa piazza numerosissima” e ha rivolto un plauso ai promotori della cerimonia “per l’incessante opera quotidiana che svolgete su questo territorio”.

Il Sindaco Ernesto Sica, dopo aver salutato e ringraziato autorità e cittadini, ha elogiato, ancora una volta, l’impegno della sezione “A. Castelluccio” “che, per l’impegno profuso in questi anni, merita una sede istituzionale quale punto di riferimento per tutti noi” e ha ricordato la figura straordinaria del compianto cavaliere Domenico Granozio, ex Presidente Ancr di Faiano “che ha sempre perseguito il ricordo di tutti coloro che hanno partecipato alle guerre e combattuto per la Patria”.
“E’ necessario
– ha aggiunto – rendere omaggio ai nostri caduti presso i luoghi che sono testimonianza della forza e dell’attualità della loro azione a difesa della libertà e della democrazia. Solo così possiamo far sì che i sentimenti della Patria, della cittadinanza attiva e dell’appartenenza siano sempre più radicati nelle nuove generazioni per un domani migliore”.

Toccante anche la consegna a cinque ex combattenti ultranovantenni del diploma di fedeltà alla Patria da parte dell’Ancr di Faiano. Si tratta di Luigi Pierro, Ferdinando Bencardino, Luigi Di Lisi, Gerardo Ciccariello, Luigi Fereoli. Riconoscimenti anche al Sindaco Ernesto Sica, al Dirigente dell’IC “Moscati” Sergio Di Martino e all’insegnante Anna Francese.

Il corteo delle autorità e dei cittadini si è, quindi, diretto verso la Chiesa San Benedetto per la solenne celebrazione eucaristica celebrata da Don Roberto Faccenda.

A seguire la deposizione di un cuscino al monumento del Milite ignoto da parte del Sindaco Ernesto Sica, dell’insegnante Anna Francese, del colonnello Diego Antonio Giarrizzo.

Il colonnello Enrico Amorino, nel suo discorso, ha, infine, esaltato “i nostri soldati che diedero prova di alto valore e coraggio che resteranno impressi nella nostra storia”. “Dall’esempio loro e dei nostri caduti – ha proseguito – bisogna trarre la linfa per il futuro”.


Pontecagnano Faiano, 14 novembre 2017



























 

ABUSI SU UNA MINORE, IL GIUDICE ACCOGLIE LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEL COMUNE E DI FEDRA
“UN PRECEDENTE SENSAZIONALE CHE PREMIA L’IMPEGNO QUOTIDIANO DELLA NOSTRA RETE VIRTUOSA”



“Un risultato straordinario, un precedente sensazionale, una vittoria per la società civile”.

Così l’Amministrazione e l’Associazione Fedra commentano all’unisono la decisione del giudice dell’udienza preliminare che, in data 26 ottobre 2017, presso il Tribunale di Salerno, ha ammesso la costituzione di parte civile del Comune nel processo di abusi su una minore.

La Giunta Municipale, infatti, su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessora alle Pari Opportunità Lucia Zoccoli, nei mesi scorsi, aveva espresso l'impegno a costituirsi parte civile nei procedimenti penali per reati commessi ai danni di donne e minori cittadini di Pontecagnano Faiano affiancando Fedra per la difesa tecnica.

Tale obiettivo si è concretizzato attraverso il lavoro dell’avvocato Stefania Forlani, Presidente di Fedra, che, su incarico dell’Amministrazione, ha ottenuto l’importante risultato.

“E’ un riscontro straordinario – afferma il Primo Cittadino Ernesto Sica – che premia la sinergia promossa dal Comune di Pontecagnano Faiano e il nostro impegno quotidiano a sostegno di chi vive situazioni di particolare disagio. Noi istituzioni abbiamo la responsabilità di accogliere istanze e stringere collaborazioni per rafforzare una rete di tutela che metta insieme professionalità ed esperienze a beneficio delle nostre Comunità”.

“Quando si istituisce una rete virtuosa
– dichiara l’Assessora Lucia Zoccoli – i risultati arrivano sempre. L’ammissione di parte civile del nostro Comune rappresenta un dato di eccezionale importanza e un segnale di civiltà che auspichiamo possano rappresentare un riferimento anche per le altre Amministrazioni. E’ doveroso, a tal proposito, ringraziare il giudice che ha accolto la nostra costituzione. Oltre all’iter processuale, siamo impegnati a garantire un nuovo futuro di serenità alla nostra piccola che, dopo questa durissima vicenda, è costantemente seguita dal Piano di Zona. Allo stesso tempo, qualora venissero confermate le accuse, pretendiamo una pena esemplare che sia di monito per quante dimenticano di essere madri e per coloro i quali si rendono protagonisti di atti scellerati”.


Pontecagnano Faiano, 13 novembre 2017 

[  Prima   Precedente   1   2   3   4   5   Successiva   Ultima  ]
Pagina  3  di  411