Cerca
Area riservata Accedi all'area riservata

WELFARE LOCALE: LA SFIDA DEL FUTURO
Due intense giornate di lavoro sulla programmazione europea. Dopo l’avvio del confronto con le realtà del Terzo Settore, finalizzato alla definizione della seconda annualità del Piano Sociale di Zona, l’Ufficio di Piano Ambito S4, Comune capofila Pontecagnano Faiano, ha approfondito, con due specifici seminari, le opportunità per il sistema sociale territoriale alla luce della prospettiva delineata dall’Agenda UE. Le relazioni degli esperti di programmi e politiche comunitarie, Giulia Costantino e Giuseppe Cascone, hanno costituito la piattaforma di analisi e discussione cui hanno contribuito amministratori, funzionari comunali, il mondo dell’associazionismo, del volontariato e della cooperazione sociale.

La riflessione sui Fondi Strutturali e sui Programmi Centralizzati, nell’ambito delle finalità di coesione, ha evidenziato le strategie dell’U. E. per l’occupazione, la ricerca e lo sviluppo, l’ambiente, l’istruzione, il contrasto alla povertà, la lotta all’emarginazione, nonché le azioni orientate alla promozione della cittadinanza europea, dei diritti sociali e della partecipazione. 142 miliardi di euro, dal 2014 al 2020, destinati al nostro Paese per la totalità delle strategie sopra richiamate, tra cui le politiche di inclusione sociale come motrici dello sviluppo locale, con ruolo rilevante delle Regioni meridionali. Nel momento in cui il Fondo Nazionale Politiche Sociali continua a decrescere, la piena valorizzazione dello “sbocco europeo” è questione decisiva. Il dialogo tra i partecipanti ha sottolineato le criticità emergenti nell’utilizzo delle risorse comunitarie: informazione inadeguata; assenza di itinerari formativi locali; il prevalere della “fatica” del quotidiano nella gestione dei servizi attuati dal Terzo Settore, in relazione soprattutto ai ritardi nei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione, con conseguente “impossibilità materiale” di sviluppare strategie e progettazioni complesse; sottodimensionamento delle realtà sociali del territorio; assetto burocratico delle Amministrazioni Locali ordinato esclusivamente agli adempimenti.

Al termine dei lavori la Coordinatrice dell’Ufficio di Piano, dr.ssa Daniela Sibilio, per il prosieguo dei lavori, ha annunciato l’immediata strutturazione di un percorso progettuale comune, a valere su fondi comunitari, finalizzato allo sviluppo delle buone prassi in settori strategici del welfare locale.

Pontecagnano Faiano 26 settembre 2014

Comunicazione Istituzionale Ufficio di Piano  

[  Precedente   1   2   3   4   Successiva   Ultima  ]
Pagina  2  di  1051