Cerca
Area riservata Accedi all'area riservata

ABBANDONO DI CORRISPONDENZA: IMPORTANTI SVILUPPI DALLE INDAGINI DELLA POLIZIA MUNICIPALE PRESENTATI ANCHE IL BILANCIO 2014 DEL CORPO E I NUOVI OBIETTIVI PER IL TERRITORIO
Importanti sviluppi dalle indagini della Polizia Municipale in merito al rinvenimento, nella serata del 22 gennaio scorso, di due sacchi di corrispondenza abbandonati in via Sandro Pertini. Gli accertamenti, prontamente avviati dal Capitano Antonio Altamura e dagli agenti, hanno consentito di risalire al responsabile della mancata consegna della documentazione riferita agli anni 2012 e 2013 e destinata ad alcune aree di Sant’Antonio e Faiano.

Particolarmente complessa l’attività dei caschi bianchi che, dopo aver verificato la tracciabilità delle missive, hanno individuato un’agenzia privata territoriale che ha prontamente chiarito la propria posizione. La stessa agenzia, infatti, su delega di un’importante società di spedizione privata nazionale, aveva affidato lo smistamento e la distribuzione delle lettere ad un incaricato. Questi, ascoltato dalla Polizia Municipale, ha ammesso le proprie responsabilità in riferimento al mancato recapito, ma non per quanto riguarda l’abbandono delle buste. A tal proposito, è stato prontamente segnalato all’Autorità Giudiziaria per il prosieguo delle indagini. A disfarsi dei sacchi, stando agli accertamenti operati dai caschi bianchi, potrebbe essere stato, effettivamente, un altro individuo, presso il cui deposito privato (annesso ad un’abitazione) sarebbe stata custodita la corrispondenza in questi mesi. Ulteriori approfondimenti sono finalizzati a verificare ogni collegamento. Il reato contestato al soggetto già individuato e, allo stesso tempo, contro ignoti concerne l’articolo 616 del Codice penale “Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza”.

La brillante attività condotta dalla Polizia Municipale si inserisce pienamente tra gli importanti obiettivi raggiunti dal Corpo nel 2014 su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dall’Assessore alla Polizia Municipale Mario Vivone.

In particolare, si segnalano, nonostante un utilizzo dell’autovelox limitato solo alle aree maggiormente critiche in termini di eccesso di velocità, un significativo incremento delle contravvenzioni (da 3000 del 2013 a 3880) e quasi duecento veicoli controllati a testimonianza di un monitoraggio sempre più costante. Importanti riscontri anche per la tutela ambientale in continuità con le azioni intraprese negli scorsi anni dall’Ente. A tal proposito, sono state espletate attività giudiziarie nei confronti dei proprietari di dieci strutture private con copertura in amianto con apposita diffida alla bonifica.
In ambito di sicurezza e legalità, inoltre, la Polizia Municipale, su indicazione dell’Amministrazione, ha rafforzato le attività di contrasto alla microcriminalità e alla prostituzione sulla fascia costiera e ha implementato, su indicazione del Sindaco Sica e dell’Assessore Vivone, sistemi di videosorveglianza in alcune aree della Città individuando, allo stesso tempo, ulteriori punti sensibili per l’installazione di nuove telecamere.

Altro obiettivo di particolare importanza è stato raggiunto per la questione-casa. Il Capitano Altamura, responsabile del settore, e gli agenti hanno, infatti, definito complessivamente la contrattualizzazione per gli inquilini degli alloggi popolari presenti sul territorio. E sono state sbloccate dieci prese di possesso da parte di assegnatari a seguito di altrettanti sgomberi nei confronti di inquilini non aventi diritto, assistiti, a loro volta, dall’Ente attraverso un sostegno economico straordinario. Il Comune, inoltre, nei giorni scorsi ha pubblicato anche un bando per contributi rivolti ad inquilini morosi incolpevoli che potranno presentare le domande entro il 31 marzo 2015.

Fiore all’occhiello del bilancio 2014 della Polizia Municipale è stata anche la riorganizzazione della Protezione civile, con l’acquisto di una struttura da collocare nel piazzale Centola quale sede del Comitato operativo comunale e l’aggiornamento del piano per affrontare ogni situazione di rischio. Risultato fondamentale è stato rappresentato, ugualmente, dal trasferimento del mercato cittadino da Sant’Antonio al centro cittadino reso possibile, di concerto con l’Assessorato alle Attività produttive, retto da Francesco Pastore, attraverso un nuovo piano di viabilità e un’intensa attività di controllo delle licenze degli ambulanti.

“Mi preme, ancora una volta, evidenziare – afferma il Primo Cittadino Ernesto Sica – come l’operato del Corpo, egregiamente coordinato dal Capitano Antonio Altamura, si caratterizzi per il senso di dovere, l’abnegazione e l’impegno profuso quotidianamente e in ogni circostanza e gli ultimi risultati raggiunti lo confermano pienamente. Abbiamo conseguito obiettivi di assoluto rilievo grazie alla piena sinergia tra Amministrazione e Polizia Municipale. Ci attendono nuovi impegni e nuove sfide con la piena consapevolezza di poter contare su un Corpo ben preparato e pronto ad affrontare ogni situazione”,

“Nonostante le problematiche nazionali connesse alle revisioni delle spese per gli Enti – dichiara l’Assessore Vivone – sono stati raggiunti risultati davvero importanti nell’esclusivo interesse dei nostri concittadini e delle loro istanze. La Polizia Municipale si conferma un importante presidio di sicurezza nella nostra Città e il mio personale ringraziamento va al Capitano Altamura e a tutti gli agenti per la loro attività quotidiana sul territorio”.

“Il bilancio 2014 e le recenti attività di indagini svolte – conferma il Capitano Altamura – confermano l’ottima organizzazione del Corpo che ci consente di sopperire anche ai numeri ridotti dell’organico attualmente a disposizione. Andremo avanti con impegno e determinazione concentrando la massima attenzione, come indicato dall’Amministrazione, alle aree periferiche potenziando la presenza degli agenti e il monitoraggio del territorio”.

Pontecagnano Faiano, 13 febbraio 2015  

[  Prima   Precedente   896   897   898   899   900   Successiva   Ultima  ]
Pagina  898  di  1336